Max “the Ax” Angelelli e Jordan Taylor hanno portato alla vittoria la Corvette DP del Wayne Taylor Racing sul nuovo circuito ricavato dal Kansas Speedway. La coppia, al terzo successo stagionale, ha contenuto il ritorno di Scott Pruett che, in coppia con il poleman Memo Rojas sulla Riley-BMW del Team Ganassi, stava per compiere un’impresa epica, date le tante avversità sostenute ad inizio gara.

In partenza Rojas è stato beffato da Christian Fittipaldi con l’altra Corvette dell’Action Express, scattata bene dalla seconda fila. Durante la rimonta però il messicano si toccava con l’ex-F1 e gli veniva comminata una penalità di Stop & Hold 60” che gli faceva perdere un giro. La leadership nel frattempo passava a Gustavo Yacaman con la Riley-Ford del Michael Shank Racing, che condurrà per oltre 40 giri ma, dopo il cambio pilota con Justin Wilson, un problema allo sterzo toglierà l’equipaggio dalla lotta per la testa.

La prima delle tre caution che hanno frammentato la gara permetteva invece a Rojas di rientrare nel giro dei primi e da li iniziava una rimonta che portava il compagno Scott Pruett sino alla testa della gara durante l’ultimo pit stop. La leadership del californiano però durava pochi giri, in quanto Taylor riusciva a riappropriarsi del comando della gara fino al termine, nonostante i continui attacchi di Pruett.

Terza piazza finale per la seconda entry del Michael Shank Racing di Osvaldo Negri e John Pew, ricostruita dopo uno spettacolare incidente nelle libere, davanti alle due vetture dell’Action Express con Fittipaldi/Barbosa ancora una volta davanti ai fratelli Friselle.

Solo sesto il dominatore di Road America, Brendon Hartley, mentre peggio è andata ai compagni di squadra dello Starworks Ryan Dalziel ed Alex Popow, con l’inglese protagonista negativo con ben due uscite ad inizio gara e relative riparazioni, che con la 22ma piazza odierna perdono la testa della classifica a vantaggio proprio dell’equipaggio del Wayne Taylor Racing, anche se a due sole gare dalla fine, la classifica è cortissima con ben 10 piloti racchiusi nello spazio di cinque soli punti.

In GT prima attesissima vittoria per la Ferrari F458 di Scuderia Corsa con Alessandro Balzan e Leh Keen.

Ma il vero protagonista della prima parte di gara è stato il veterano dell’IndyCar Alex Tagliani – uno dei pochi ad avere corso al Kansas Speedway insieme a Christian Fittipaldi (NASCAR) e a Justin Wilson – il quale ha condotto per tutta la prima parte di gara. Purtroppo un clamoroso errore all’ultimo pit stop del compagno di squadra Jeff Segal, che si trascinava il bocchettone della benzina, costringeva la Ferrari del R.Ferri/AIM ad una nuova sosta imprevista e ad una mesta P6 finale di categoria.

La lotta a tre finale delle due Ferrari con la Porsche 911 del Park Place di Pat Long si trasformava quindi in un confronto a due dove aveva la meglio il pilota italiano per 2”.

A completare il podio ed il successo Ferrari, la F458 del team FXDD di Anthony Lazzaro ed Emil Assentato, davanti ad altre due GT capaci di doti velocistiche, privilegiate sulla sezione speedway di questo circuito, la Camaro GT.R dello Stevenson Motorsports di Liddell ed Edwards e l’Audi R8 del Fall-Line Motorsports di Sellers e Boden.

In classifica, grazie anche all’incidente multiplo generato dalle Corvette di Bourdais, Sarrazin ed Alex Gurney, che ha tolto di mezzo Andy Lally e John Potter dalla lotta al vertice, Alessandro Balzan ritorna in testa alla classifica davanti proprio alla coppia del Magnus Racing. Anche qui 7 piloti in rappresentanza di 4 equipaggi racchiusi in soli 10 punti, con gli equipaggi della Stevenson Motorsports e del Team FXDD pure ancora in lizza per il successo finale.

In GX, vittoria ancora ad una Mazda6 Skyactiv, quella di Miller e Nunez, che ereditavano la testa della categoria dopo l’uscita di scena di Tom Long in coincidenza del tramonto. Classifica comunque ancora in mano al Dr.Jim Norman sulla Cayman del BGB Motorsports.

Prossima gara, la penultima della serie, a Laguna Seca, il 7-8 settembre, prima del gran finale di Lime Rock il 25-26 dello stesso mese.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

Max “the Ax” Angelelli e Jordan Taylor hanno portato alla vittoria la Corvette DP del Wayne Taylor Racing sul nuovo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/podio.jpg Grand-Am – Kansas, Gara: Taylor-Angelelli, vittoria e primato. Finalmente Scuderia Corsa in GT