Rivelata come da piano con un giorno di anticipo rispetto alla presentazione della 24 Ore di Le Mans e del WEC, l’entry list della prossima stagione dell’European Le Mans Series.

Si tratta di ben 41 unità, suddivise come di consueto nelle tre categorie: LM P2, LM P3 e LM GTE, che si daranno battaglia nelle sei tappe in calendario, da aprile ad ottobre.

Sono addirittura 17 le LM P2 iscritte, con diverse novità dell’ultimo momento. Tra le sette Oreca 07, spiccano le ben due vetture intestate al G-Drive Racing, gestite addirittura da due team diversi. Sulla #26 campione in carica della serie gestita da DragonSpeed – pure della partita con il medesimo equipaggio 2017 e la punta di diamante Nicolas Lapierre – troveranno posto il patron Roman Rusinov, Matthieu Vaxivière e l’ex-F1 Jean-Eric Vergne, mentre sulla #40, gestita dal Graff, oltre al messicano Josè Gutierrez, torneranno per la squadra francese James Allen ed Enzo Guibbert.

Anche nel 2018 per Graff si tratterà di un doppio impegno; nell’altra vettura si accomoderanno Alexandre Cougnaud, Jonathan Hirschi e Tristan Gommendy. Cougnaud, vicecampione LM P3 con l’YMR, dovrà cedere il proprio posto a Vincent Capillaire alla prossima 24 Ore, nello sforzo congiunto del team diretto da Pascal Rauturier con SO24!.

Raddoppia anche l’Algarve Pro Racing, con una Ligier ed una Oreca che correrà sotto la denominazione di APR-Rebellion quale junior team della squadra svizzera impegnata in LM P1 nel WEC per per Richard Bradley e per i neocampioni Asian LMS Thomas Laurent ed Harrison Newey.

Come noto ci saranno due Ligier anche per i vicecampioni dello United Autosport, con equipaggi a due per Filipe Albuqerque e Phil Hanson nella JS P217 #22 e Will Owen e Hugo de Sadeleer sulla #32.

Altra entrata di spessore quella di Racing Engineering, con un’altra Oreca per l’ex-GP2 Norman Nato, mentre il russo Konstantin Tereschenko va a completare la line-up dell’altra squadra spagnola gestita da Adrian Vallés. Duqueine Engineering per il debutto nella categoria superiore, dal canto suo annuncia il 18enne francese Marvin Klein, proveniente dalla F4 transalpina.

Dulcis in fundo Cetilar Villorba, che capeggia il plotoncino delle quattro sole Dallara iscritte con l’unica entry tricolore della categoria. Il team diretto da Raimondo Amadio porterà in pista nuovamente gli autori della bella prestazione della scorsa Le Mans, vale a dire Andrea Belicchi, Giorgio Sernagiotto e Roberto Lacorte.

Leggera flessione in LM P3 rispetto all’anno scorso, con 18 iscrizioni. Come sempre la parte del leone la fanno le Ligier JS P3 con 15 unità, tra cui spiccano in campioni in carica dello United Autosport John Falb e Sean Rayhall. Tra le tre Norma, quella dei vincitori della Le Mans Cup del DKR Engineering con Alexander Toril e Jean Glorieux.

I colori italiani sono rappresentati nella categoria dall’Oregon Team, che al momento presenta il solo Andres Mendez, da Andrea Dromedari sulla Ligier #12 dell’Eurointernational, e dall’equipaggio del BHK Motosport, che schiera Jacopo Baratto insieme all’ex-IndyCar Francesco Dracone.

In LM GTE infine, solo sei le macchine iscritte, equamente divise tra Ferrari e Porsche. Oltre ai campioni in carica del JMW Motorsport, confermata una entry Spirit of Race per i rientranti Duncan Cameron, Matt Griffin ed Aaron Scott. Nella serie rientra il magnate texano Tracy Krohn, con una 488 verde acido per il fido Nic Jonsson ed il nostro Andrea Bertolini.

In casa Porsche invece, sulle nuove 911 RSR spazio ai campioni della Le Mans Cup GT3 (con Lamborghini) della Ebimotors e Fabio Babini. Nelle due entry di Proton Competition annunciati solamente i “capisquadra” Matteo Cairoli e Matt Campbell.

Ricordiamo che la stagione dell’endurance europea prenderà il via il 9-10 aprile con i test collettivi di Le Castellet.

Piero Lonardo

L’entry list completa dell’ELMS 2018


Stop&Go Communcation

Raddoppiano G-Drive e United Autosports. Novità Racing Enginering e Rebellion

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/02/elms_teaser.jpg ELMS – Svelata l’entry list 2018 con ben 41 unità!