L’European Le Mans Series si appresta ad iniziare una stagione che si annuncia come quella della consacrazione definitiva, con un numero record di iscrizioni, ben 44, di cui 35 prototipi ben divise fra LM P2, la classe regina delle serie continentali ACO-style, ed LM P3.

Come riportato su queste pagine in occasione della presentazione di Parigi del 5 febbraio scorso, i 20 prototipi LM P3, categoria ricordiamo inaugurata solamente lo scorso anno con una media di 5 partecipazioni, tutte Ginetta-Juno, rappresentano un exploit assolutamente inaspettato nella sostanza, soprattutto per Ligier, costruttore che ha visto quadruplicate le proprie aspettative di vendita.

In fermento quindi il mercato della classe entry level dell’endurance, con i tanti sedili a disposizione che stanno via via trovando padrone. Da segnalare il recente ingaggio di Wayne Boyd in seno allo United Autosport, campione in carica della categoria, che schiererà due Ligier JS P3 per il campione della Formula Ford britannico, Mark Patterson e Matt Bell, e per Alex Brundle, Christian England e Mike Guasch.

Si rinnova invece l’accoppiata Erik Maris/Jean-Marc Merlin in Oak Racing, che vedrà anche un’insolito equipaggio padre-figlio con Jacques e Pierre Nicolet alla guida della seconda vettura di casa. Conferma dell’equipaggio infine in casa Villorba, con la nuova Ligier affidata a Roberto Lacorte e Giorgio Sernagiotto.

Movimenti importanti ovviamente anche tra le LM P2. Sarà Julien Canal, campione in carica della categoria nel WEC con il G-Drive Racing, a rinforzare la line-up della nuova Ligier JS P2-Nissan dei neotitolati ELMS insieme a Memo Rojas. Ancora da definire il terzo pilota.

Mathias Beche invece torna alle origini e, dopo due stagioni in Rebellion nel WEC, nella prossima stagione completerà il trio di piloti della Oreca 05-Nissan dalla livrea rinnovata (v. foto), affiancando nuovamente Pierre Thiriet – insieme al quale conquistò il titolo ELMS 2012 – e la giovane promessa giapponese Rio Hirakawa, campione della F3 Japan nel 2012, in orbita Toyota.

Infine, DragonSpeed, team già impegnato negli States per la 12 ore di Sebring, affiderà per la serie europea la sua nuova Oreca 05-Nissan al neopilota Alpine nel WEC, vincitore di categoria all’ultima Le Mans e riserva Toyota Nicolas Lapierre, ad Henrik Hedman e Ben Hanley.

Il programma del Prologue ELMS di Le Castellet prevede 18 ore di test, compresa una sessione in notturna, ripartiti nelle due giornate di martedì 22 e mercoledì 23 marzo prossimi.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Canal con Greaves, Beche torna con Thiriet

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/TDS.jpg ELMS – Si completano gli equipaggi in vista del Prologue