Prima pole per Paul-Loup Chatin e per il Panis-Barthez Competition, che domani precederà tutti dalla griglia del Red Bull Ring nel terzo appuntamento stagionale dell’European Le Mans Series.

L’ex campione LM PC ha dominato fatti le qualifiche con la Ligier JS P2-Nissan LM P2 con il tempo di 1.20.700, superando l’Oreca 05 dei vincitori di Imola del Thiriet by TDS con Mathias Beche al volante di 53 millesimi.

Seconda fila per i capolista del G-Drive Racing con Harry Tincknell e per l’Oreca dell’Eurasia Motorsport di Tristan Gommendy, che ha visto il suo miglior giro cancellato per exceeded track limits; un altro dei sicuri protagonisti invece, Nicolas Lapierre con l’altra Oreca del DragonSpeed, è stato vittima di un innocuo testacoda nell’ultimo giro utile e partirà dalla quinta piazzola a fianco della Loigier del Krohn Racing di Oliver Pla.

Ma poco prima Simon Gachet aveva conquistato anche la prima partenza al palo per il team dell’ex-F1 e del portiere francese tra le LM P3, primeggiando sul parco delle 19 Ligier JS P3 che animano la categoria con il tempo di 1.26.126. Il miglior tempo del giovane francese è stato ottenuto all’ultimo passaggio, dopo l’interruzione di metà sessione per la macchina di Giorgio Maggi del Race Performance, che a questo appuntamento austriaco non ha portato la sua Oreca LM P2, ferma in curva 4.

Niente da fare per i capolista dello United Autosport, che piazzano Wayne Boyd in P2 e Alex Brumale, miglior giro cancellato per uso eccessivo dei limiti di pista, in P8. Completano la top five David Droux con la entry #19 del Duqueine Engineeering, Jean Baptiste Lahaye con la macchina dell’Ultimate e Giorgio Mondini con la Eurointernational #11, che ha piazzato il patron del G-Drive, Romam Rusinov, in P11.

Prima di tutti infine erano uscite come da tradizione le GTE, e Matteo Cairoli non ha deluso le attese della vigilia siglando la prima pole al debutto nella categoria. La Porsche #88 del Proton Competition che dividerà con Andrea Roda ed li patron Christian Ried ha mantenuto la leadership per tutta la sessione, migliorandosi continuamente fino al best lap all’ultimo giro utile in 1.27.652.

A seguire altri tre italiani su altrettante Ferrari, con Andrea Bertolini e la entry del JMW Motorsport a precedere Alessandro Pier Guidi e Marco Cioci sulle 458 di AT Racing ed AF Corse, tutte racchiuse all’interno di mezzo secondo.

Lo start della 4 ore del Red Bull Ring domenica alle ore 14.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Matteo Cairoli, il deb che partirà dal palo!

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/07/PB2.jpg ELMS – Red Bull Ring, Qualifiche: Panis-Barthez, due pole su tre