Qualche nuvola sparsa che ha oscurato il vecchio Österreichring e lo sporco lasciato in pista dalle altre categorie hanno reso più infido il tracciato austriaco, sede del terzo round dell’European Le Mans Series 2015.

Diverse uscite di pista e ma solamente due interruzioni, entrambe nel finale, una Full Course Yellow seguita poco dopo dalla red flag per l’Oreca-Nissan di Ivan Bellarosa, ferma alla curva 1, che ha posto fine anzitempo alla sessione.

Anche i tempi hanno risentito delle condizioni della pista e il best crono di Tristan Gommendy con l’Oreca 05-Nissan del Thiriet by TDS di 1.42.202 è ben inferiore alla migliore prestazione del mattino.

A mezzo secondo ha terminato la Gibson 015S-Nissan di Jota Sport con Harry Tinckell, seguita da presso dalla BR01-Nissan di Mikhail Aleshin. Quarta forza ancora una volta l’Oreca 03R-Nissan del Murphy Prototypes.

Matt Griffin con la Ferrari AF Corse #55 ha segnato il 13mo tempo assoluto, migliore delle GTE con 1.30.714, davanti anche a Charlie Robertson con la prima delle Ginetta LM P3, mentre è rimasta ancora ferma i box per le necessarie riparazioni l’esemplare di Villorba Corse incidentata in mattinata. Le altre due F458 di Alessandro Pier Guidi e Raffaele Giammaria completano il podio virtuale della GTE.

Francesco Castellacci infine ha tirato al massimo il potenziale della sua Ferrari fino ad issarsi in cima alla lista dei tempi con 1.33.392, a ridosso del best lap segnato al mattino della BMW Z4 del TDS, davanti al compagno di squadra in AF Corse Marco Cioci e alla Aston Martin del Massive Motorsport di Kristian Poulsen.

Domenica in programma le qualifiche a partire dalle 9.15. Start della 4 Ore del Red Bull Ring alle 13.30.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

La Ginetta di Villorba ancora ferma ai box

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/07/TDS.jpg ELMS – Red Bull Ring, Libere 2: Calano i tempi ma non le emozioni