Finalmente l’endurance europea ritorna in pista con la terza manche dell’European Le Mans Series sul circuito austriaco del Red Bull Ring.

Tra le montagne della Stiria in tanti hanno approfittato della giornata di mercoledì per iniziare la messa a punto in vista del weekend di gara. Fra questi anche l’IDEC Sport, reduce dalla sfortunata prova di Le Mans, che ha piazzato il polesitter del season opener di Le Castellet davanti a tutti col tempo di 1.20.067.

Sarà stato il clima caldo umido oppure più semplicemente la voglia di saggiare le capacità delle vetture in attesa del maltempo, atteso già nel tardo pomeriggio, ma i distacchi al vertice sono stati realmente contenuti, con ben tre piloti racchiusi in soli 24 millesimi, Norman Nato e i trionfatori del Paul Ricard di Racing Engineering e la macchina del TDS di Mathieu Vaxivière.

Ben nove sono poi le Oreca davanti a tutti in classifica generale, con la bellezza di sette piloti francesi a fare il verso alla nazionale di calcio a primeggiare. La lista dei tempi prosegue infatti con Nicolas Lapierre, Andrea Pizzitola, Nelson Panciatici e Pierre Ragues, questi ultimi entrambi sulla entry del Duqueine Engineering.

Bisogna arrivare infatti alla settima posizione per trovare l’australiano James Allen sull’Oreca #40 del G-Drive e addirittura alla nona per trovare la Dallara dell’SMP Racing di Matevos Isaakyan. I distacchi sono comunque contenuti al punto che tutta la top ten è compresa in un secondo di distacco.

Solo P14 per ora per i nostri portacolori del Cetilar Villorba Corse, con il trevigiano volante Giorgio Sernagiotto a 1”6 dal vertice.

Tra le LM P3, è la Norma dell’Ultimate della vecchia volpe Mathieu Lahaye a primeggiare nella categoria col tempo di 1.26.927 davanti alla Ligier #3 dello United Autosports di Matthew Bell a all’altra Norma dell’YMR di Lucas Légeret.

Il testa a testa fra Porsche e Ferrari in GTE vede al momento davanti quest’ultima con l’esemplare del JMW Motorsport e Miguel Molina, autore di una prestazione monstre con 1.28.829, a lasciare ad oltre mezzo secondo il polesitter GTE-Am di Le Mans, Matteo Cairoli con la Porsche Proton #88 e all’altra 488 GTE di Andrea Bertolini

Da segnalare il cambio della guardia in casa Ebimotors, con lo statunitense Bret Curtis a prendere il posto di Raymond Narac insieme a Fabio Babini e Riccardo Pera, che chiudono la lista dei tempi.

Il programma odierno prosegue con la mezz’ora riservata ai drivers bronze ranked alle 17.35. Domani la seconda sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 9.15 e alle 13.40.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1


Stop&Go Communcation

Miguel Molina vince per ora il duello in GTE su Matteo Cairoli

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/07/PL53761-1024x682.jpg ELMS – Red Bull Ring, Libere 1: Domina un settebello francese guidato da Chatin