Solo poco più della metà degli equipaggi presenti, per la precisione 22, hanno affrontato la sessione finale in notturna prevista come d’obbligo nel prologo monzese della European Le Mans Series. In effetti le LM P3, almeno in questa stagione, non dovranno mai correre sotto le luci artificiali, al contrario delle LM P2 e GTE della serie europea, attese come noto in gran forze a Le Mans, queste ultime in GTE-Am.

Nicolas Lapierre non ha partecipato alle due sessioni odierne, ma il neoacquisto Toyota per la classica della Sarthe non appena in pista ha dimostrato di essere diventato uno degli uomini da battere anche con le LM P2 di nuova generazione.

Del savoiardo (nella foto, in azione) infatti la miglior prestazione della serata, superata solo nei minuti finali da James Allen con l’Oreca del Graff e 1.37.163. P3 per l’altra entry del Gran di Paul Petit.

Sesta piazza per la Dallara del Cetilar Villorba, ancora una volta solo con Roberto Lacorte al volante.

Tra le LM P3, è la Ligier dell’AT Racing a condurre il plotoncino dei prototipi entry level, con Mikel Jensen ed il tempo di 1.45.626, il migliore segnato quest’oggi nella categoria, davanti alle due entry dell’Eurointernational. Sempre dall’equipaggio bielorusso l’unica interruzione, sotto forma di Full Course Yellow, per un’uscita alla seconda di Lesmo.

Darren Turner ha condotto infine l’unica GTE scesa in pista, l’Aston Martin del Beeachdean AMR, segnando comunque un significativo 1.49.885.

Si riprende domani alle 9 con la Morning Session del Day 2.

Piero Lonardo

I risultati della Night Session Day 1


Stop&Go Communcation

Poche le LM P3 in pista. Solo l’Aston di Turner tra le GTE

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/03/DragonSpeed_tramonto-1024x682.jpg ELMS – Monza, Prologue, Night Session Day 1: Lapierre mette tutti in riga salvo il Graff