Si è rannuvolato nel frattempo il cielo nel pomeriggio monzese che ha visto, come di consueto, il test specifico riservato a piloti bronze ranked.

In questa mezz’ora, svoltasi senza incidenti, è stata ancora una volta l’Oreca del DragonSpeed a primeggiare, come a Le Castellet, grazie a Henrik Hedman, autore di 1.39.321. Il podio virtuale è completato da Roberto Lacorte con la Dallara del Cetilar Villorba Corse e da Francois Perrodo, con l’Oreca del TDS, rispettivamente a mezzo secondo e a sette decimi dallo svedese.

Tra le LM P3 è Alexey Chuklin a segnare il primo tempo con la Ligier del NEFIS by Speed Factory con 1.47.525. Intorno al mezzo secondo di distacco, con tempi quasi identici, seguono ben altre quattro JS P3, capeggiati dalla Eurorinternational #11 di Kay van Berlo, capolista al Paul Ricard; a seguire i due prototipi dello United Autosport con Anthony Wells ed il campione in carica della categoria John Falb e quella del 360 Racing di Terrence Woodward.

Tra le GTE infine, una Ferrari sugli scudi grazie a Duncan Cameron, che col tempo di 1.49.765 ha preceduto di soli 59 millesimi la Porsche Proton di Gianluca Roda.

Domani in programma il secondo ed ultimo turno di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 9.15 ed alle 13.40. Nel pomeriggio invece spazio al secondo round della serie di contorno, la Michelin Le Mans Cup, con partenza alle 16.

Piero Lonardo

I risultati del Bronze Driver Collective Test


Stop&Go Communcation

Lacorte e Perrodo completano il podio dei gentleman come al Paul Ricard

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/05/PL51529-1024x683.jpg ELMS – Monza, Bronze Test: DragonSpeed al meglio anche con Hedman