L’European Le Mans Series torna in grande stile al Red Bull Ring. La serie continentale, che all’ultima 24 Ore di le Mans ha sfiorato ancora una volta la vittoria in LM P2, riparte per la terza volta sul circuito austriaco di proprietà del colosso delle lattine, recentemente teatro del GP di F1, come piatto forte di un programma che presenta dopo un anno di assenza la Formula Renault 3,5 e la novità assoluta delle vetture turismo del TCR International Series.

Pochi cambiamenti nella entry list per questa rentrèe estiva. Tra le LM P2, sfida aperta all’Oreca 05-Nissan del Thiriet by TDS capolista dopo la vittoria di Imola da parte delle due Gibson 015S-Nissan di Jota Sport, con il ritorno del driver Audi Filipe Albuquerque al fianco di Simon Dolan ed Harry Tincknell, e del Greaves Motorsport, con l’ex-campione di F.3000 Bjorn Wirdheim insieme a Jon Lancaster e Gary Hirsch.

Ritorno alla line-up originale anche per Murphy Prototypes, con Michael Lyons al fianco di Nathanael Berthon e Mark Patterson sulla Oreca-03R-Nissan battente bandiera irlandese, mentre sull’unica vettura non motorizzata Nissan, la Ligier JS P2-Judd del Krohn Racing debutta Julien Canal insieme al team owner Tracy Krohn e a Nic Jonsson.

Ma la novità più importante è nel debutto della Ligier JS P2-Nissan dell’Algarve Pro Racing con Michael Munemann, James Winslow ed Andrea Roda, che porterà le LM P2 ad un record stagionale di 12 unità comprese le due BR01 dell’SMP Racin, le tre Oreca-Nissan di Ibanez Racing ed Eurasia Motorsport e la Morgan-Nissan del Pegasus Racing.

Solo 4 invece le LM P3 presenti in Austria, a seguito dei forfait dei vincitori di Imola della University of Bolton e del Lanan Racing. Gaetan Paletou, reduce dal debutto nella categoria maggiore a Le Mans con Greaves, farà coppia con un altro pilota del Nissan GT Driver Academy, reduce a sua volta dall’impegno sulla Sarthe ma con la GT-R LM Nismo LM P1, il russo Mark Schultzhisky. La entry di Villorba Corse dovrà vedersela con i trionfatori di Silverstone, Sir Chris Hoy e Charlie Robertson, e con gli spagnoli dell’SVK Racing.

Schieramento immutato rispetto all’ultimo round tra le GT, dove Alessandro Pier Guidi e i Talkanitsa difenderanno la leadership di AT Racing in GTE, conquistata dopo la rocambolesca ma meritata vittoria conquistata sulle rive del Santerno, con la BMW Z4 del Team MarcVDS in cerca del primo podio.

Cambiamento di line-up sulle due Porsche del Gulf Racing UK, con Daniel Brown al fianco di Adam Carroll e Michael Wainwright e di Proton Competition, con il tedesco Sebastian Asch a completare l’equipaggio composto da Christian Ried e Richard Lietz.

BMW invece da battere in GTC, con il veterano Franck Perera, Dino Lunardi ed Eric Dermont sulla entry del Thiriet by TDS al comando della classifica di categoria. Occhi puntati sulla Ferarri F458 #62 di AF Corse dove è stato confermato l’equipaggio vincitore ad Imola composto da “Frankie” Castellacci, Stuart Hall e Rino Mastronardi.

Inizio delle attività in pista sabato 11 luglio alle 10.30 con le prime libere.

Nella foto, le due vetture del Thriret by TDS in azione a Imola

Piero Lonardo

L’entry list della 4 Ore del Red Bull Ring


Stop&Go Communcation

Weekend tutta azione con Renault 3,5 e TCR International Series

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/06/TDSs.jpg ELMS – In 29 al Red Bull Ring