L’European Le Mans Series questo weekend è di scena sull’autodromo del Santerno per la 4 ore di Imola, secondo round della serie 2014.

Ben 37 le vetture presenti, tra cui 9 prototipi LM P2. Forfait dell’ultimo momento per la Morgan-Nissan del Larbre Competition e per una delle due Zytek-Nissan del Greaves Motorsport. La seconda entry del team inglese è presente con una line-up ridotta, composta da Tom Kimber-Smith e dalla giovanissima speranza Matthew McMurry a seguito di impegni personali del terzo pilota, Chris Dyson.

Tra le GTC abbandoni dell’ultimo minuto per l’Audi R8 LMS del Sebastien Loeb Racing e della Ferrari del Team Ukraine vincitrice a Silverstone. Ben 17 comunque le Ferrari iscritte, tra GT2 e GT3-spec.

Le prime libere vedono svettare Rodolfo Gonzalez con l’Oreca-Nissan del Murphy Prototypes che condividerà con l’ex-F1 Karun Chandhock e la promessa della GP2 Nathanael Berthon, autore di 1.36.337, che precede a poco più di 3 decimi l’Alpine Signatech del campione in carica Nelson Panciatici. A seguire la Zytek della Jota, sfortunata protagonista in terra inglese con Harry Tincknell e l’Oreca capolista del Thiriet by TDS con Pierre Thiriet.

In GTE, best crono per Giacomo Piccini sulla F458 del Kessel Racing, autore di un’uscita al Tamburello che ha decretato il termine leggermente anticipato della sessione, con 1.42.035, davanti a Pierre Kaffer con la vettura gemella dell’AT Racing e a Raffaele Giammaria con la prima delle quattro entry schierate da AF Corse.

Tra le GTC infine, duello a distanza tra la F458 dell’SMP Racing con Olivier Beretta e la Porsche 997 GT3 del Pro GT by Almeras di un altro veterano francese, Fracnk Perera.

Il programma del weekend imolese prevede per oggi una seconda sessione di libere alle 15.45, mentre domani qualifiche e gara, con start alle 14.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere 1

 


Stop&Go Communcation

Kessel Racing ed SMP guidano la carica delle Ferrari in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/Murphy1-1024x575.jpg ELMS – Imola, Libere 1: Murphy inizia bene