Nel weekend ha avuto inizio la nuova stagione, la terza, dell’Asian Le Mans con la 4 ore di Zhuhai. Al via ben 29 vetture suddivise tra LM P2, LM P3, CN e GT e tanti piloti di provenienza ed esperienza europea.

La vittoria è andata all’Oreca 03R-Nissan del Jackie Chan DC Racing, condotta dai regular WEC Ho-Pin Tung e Gustavo Menezes e gestita in pista da Eurasia Motorsport.

La barchetta francese è transitata al comando dalla prima curva superando la Ligier dell’Algarve Pro Racing di Michael Munemann in pole e sostanzialmente ha mantenuto la leadership per tutta la corsa, nonostante le ben 4 Safety Car che hanno rallentato le prime fasi di gara ed un drive-through nel finale.

Ad impensierire il prototipo schierato dal noto attore di film d’azione, la seconda entry della scuderia battente bandiera portoghese, a motore Judd e portata in pista da Tack Sung Kim, Matthew McMurry ed Andrea Roda, terminata a 43”, che ha preceduto la vettura gemella a motore Nissan, rallentata durante la gara dal contatto con la quarta LM P2 presente, l’Oreca 03R-Judd del Race Performance, e dalla relativa penalizzazione. La barchetta del team svizzero non ha terminato la gara a causa di un ulteriore incidente.

Quarto posto finale e primato fra le LM P3 ancora per il Jackie Chan RC Racing e la Ligier JS P3 di altri tre frequentatori dei palcoscenici europei, David Cheng, Pu Jun Jin e James Winslow davanti alle altre due Ligier del Tockwith Motorsport e del G-Print by Triple 1 Racing.

Da segnalare la presenza di ben quattro Ginetta, che non hanno assolutamente demeritato in termini di velocità pura nei confronti delle Ligier JS P3, e di una ADESS 03 nel parco partenti di nove unità della categoria. L’unica CN presente, la Ligier JS53 del PS Racing, non ha raggiunto la bandiera a scacchi.

Tra le GT infine, successo finale per la Ferrari 488 GT3 dello Spirit of Race di Nasrat Muzayyin, Rui Aguas e Marco Cioci. Partita dalla pole conquistata dal romano, la rossa ha tenuto dietro l’altra 488 campione in carica del Clearwater Racing, di Mok Weng Sun, Keita Sawa e Matt Griffin, alternandosi al comando durante i pitstop. Terzo posto per la Lamborghini Huracan GT3 del VS Racing di Kei Cozzolino, Adrian Zaugg e Corey Lewis.

Il prossimo appuntamento della stagione 2016/2017 dell’Asian Le Mans Series al Fuji dal 2 al 4 dicembre prossimi.

L’ordine di arrivo della 4 Ore di Zhuhai

Annunciata nel weekend di Zhuhai la schedule della prossima stagione dell’Asian Le Mans Series. Oltre all’allargamento a cinque gare con l’aggiunta del nuovo circuito cinese di Zhejiang come season opere la prima o la seconda settimana di ottobre 2017.

Prevista inoltre una nuova alleanza con il GT Asia, nuovo capitolo della lotta tra ACO e la SRO, con la sua Blancpain GT Series Asia che dovrebbe vedere la luce il prossimo anno. Al vincitore della GT Asia verrà garantito un invito automatico alla 24 Ore di Le Mans 2018, in aggiunta a quello già previsto al vincitore della classe GT dell’Asian Le Mans Series.

Verrà infine creato anche un Asian Le Mans LMP3 Challenge, che combinerà le classifiche sia della serie Sprint che di quella Endurance per un totale di 13 gare su 9 eventi (gli appuntamenti della Sprint Series consteranno infatti di due gare ciascuna).

Piero Lonardo

Il calendario dell’Asian Le Mans Series 2017/2018:

5-7/13-15 Ottobre – Zhejiang

27-29 Ottobre – Zhuhai

1-3 Dicembre – Fuji

5-7 Gennaio – Buriram

17-21 Gennaio – Sepang

Il calendario dell’Asian Le Mans Series Sprint 2017:

7-9 Aprile – Sepang

5-7 Maggio – Sepang

21-23 Luglio – Sepang

18-20 Agosto – Sepang


Stop&Go Communcation

Schedule a 5 gare e alleanza con il GT Asia per la prossima stagione

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/11/Start.jpg Asian LMS – Zhuhai: Primo successo per il Jackie Chan DC Racing