Il secondo appuntamento dell’Asian Le Mans Series 2014 si è corso nel weekend al Fuji Speedway per la 3 Ore. Ancora una volta il parco partenti ha lasciato alquanto a desiderare, sia come quantità che come qualità, con solo 9 vetture iscritte.

In LM P2, si è rinnovato il duello tra la Morgan-Judd dell’Oak Racing e l’Oreca-Nissan del Team Eurasia. Unici altri prototipi presenti, le due CN di Craft-Bamboo Racing e la Wolf GB08 del Team Avelon. In GT, l’unica alternativa alle tre entry del team AAI, che questa volta portava una BMW Z4, una Nissan GTR e una Mercedes SLS GT3, era rappresentata da due Lamborghini Gallardo del Team Emperor Racing, iscritte in GT-Am

Le qualifiche hanno visto trionfare Richard Bradley sull’Oreca Eurasia di soli 10 millesimi su Ho-Pin Tung e la barchetta di casa Onroak, che per la prima volta schierava nell’equipaggio, oltre a David Cheng, anche l’esperta Keiko Ihara.

In gara l’Oreca in pole ha stentato ad avviarsi, rimediando subito 2 giri di ritardo, che però vengono rimontati a causa di un’uscita di Keiko Ihara. La situazione verrà ripristinata con la penalizzazione di ben 2 minuti per il mancato avvio in griglia, lasciando campo libero a David Cheng, che riprende la leadership a circa due terzi di gara verso la vittoria finale.

Tra le CN, l’equipaggio del Craft-Bamboo Racing, irrobustito ancora una volta da Mathias Beche, non ha lasciato scampo alla Wolf, che terminerà a 4 giri dai vincitori.

In GT, bella la lotta in famiglia in casa AAI tra la BMW Z4 e la Mercedes SLS GT3, che però terminerà anzitempo per un problema tecnico, lasciando il successo all’equipaggio che per la prima volta propone l’ex-campione della F3 tedesca e giapponese, l’olandese Carlo van Dam.

Chiude la classifica finale l’unica Lamborghini Gallardo che è riuscita a farcela sino alla griglia, la #11 condotta da Max Wiser, Akihiko Nakaya e Giorgio Sanna, a 11 giri dai primi.

Ora una lunga pausa fino alla terza gara dell’Asian Le Mans Series, in programma a Shanghai l’11 ottobre, tre settimane prime dall’appuntamento del FIA WEC.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Ancora solo 9 vetture al via della serie asiatica

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/festa.jpg Asian LMS – Fuji, Libere, Qualifiche e Gara: Oak Racing si ripete