E’ partita finalmente anche la stagione dell’Asian Le Mans Series con le prime libere della 2 Ore del Fuji, a supporto del weekend in concomitanza con il WEC.

La nuova incarnazione della serie asiatica, patrocinata direttamente dall’ACO, vede al box giapponesi 13 vetture suddivise in quattro classi.

C’è da dire subito che di queste, solo 12 hanno calcato la pista. A causa di problemi tecnici l’attesa Oreca 03-Nissan Eurasia Motorsport, iscritta, tra gli altri, per Tristan Gommendy, ha infatti finora stazionato ai box.

C’è stato però il debutto in pista tra le LM P3 della nuova Ligier JS P3 del team cinese DC Racing, che alla fine delle due ore dedicate si trova in terza posizione nella graduatoria generale, dietro alla Oreca 03R-Judd LM P2 del Race Performance, con l’ex-F1 Shinji Nakano, autore al mattino del tempo di 1.36.667 e alla McLaren 650S GT3 del Clearwater Racing, prima della classe GT, con Mok Weng Sun.

Più indietro le altre due LM P3 al debutto, le Adess 03 del Team AAI, che pagano 2” all’esperto Ho-Pin Tung e chiudono praticamente la classifica insieme all’unica entry iscritta in GTAm, la Porsche in versione GT3 Cup del team KCMG, impegnato nel weekend su due fronti.

Da segnalare infine la presenza nell’equipaggio dell’Audi R8 LMS del team cinese Absolute Racing dei un altro ex-F1, il malese Alex Yoong.

Il programma prevede le qualifiche alle 11 di sabato, e la gara, con start alle 15, sempre ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Alex Yoong sull’Audi R8 LMS dell’Absolute Racing

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/10/RaceP_box.jpg Asian LMS – Fuji, Libere 1 e 2: Race Performance in solitudine