Il DC Racing riporta la vittoria nella 4 ore di Buriram, terza gara dell’Asian Le Mans Series 2016/2017. Sul circuito thailandese, l’Oreca 03R-Nissan LM P2 vestita con le foto del team owner Jackie Chan (foto) ha sfruttato al meglio la pole position conquistata da Ho-Pin Tung per guadagnare subito un discreto vantaggio sulla Ligier-Nissan dell’Algarve Pro Racing.

Vantaggio che è stato brevemente messo in discussione da un drive-through comminato alla vettura di testa per un sorpasso in regime di bandiere gialle, cui ha però fatto seguito un’altra penalità per gli inseguitori che ha ripristinato i valori in campo.

Alla fine sarà di ben quasi un giro, 1’22”, il distacco per Gustavo Menezes, qui in versione Captain America, Ho-Pin Tung ed il giovane Thomas Laurent, che conquistano la seconda vittoria dell’anno, sulla Ligier di Matthew McMurry, chiamato all’ultimo momento a sostituire Jonathan Hirschi in seno al team portogehse, Andrea Roda, ed Andrea Pizzitola.

Completa il podio l’altra entry dell’Algarve Pro Racing a motore Judd di Tacksung Kim, Mark Patterson e Michael Munemann, a 3 giri, mentre l’Oreca del Race Performance, recente vincitrice al Fuji, si deve accontentare della quarta piazza dopo una sosta finale nell’ultima ora di gara. Ad una gara dalla fine, la compagine cinese conduce con 18 punti di vantaggio

Finale thrilling tra le GT in una gara dominata dalle Ferrari. Lotta a tre fra la 488 GT3 del BBT, in pole con Alessandro Pier Guidi ed i due esemplari DH Racing. La vittoria in pista è andata alla #5 di Stèphane Lemeret, Michele Rugolo e Mathieu Vaxiviere, con il pilota veneto che agguantava la leadership al penultimo giro su Olivier Beretta e la gemella #3.

La penalità comminata post-gara per un passaggio troppo lento in pitlane, ha relegato Rugolo e soci in terza posizione, elevando Beretta, Rino Mastronardi ed Alex Riberas alla prima vittoria stagionale e mantenendo viva la lotta per il titolo; nel mezzo la entry del BBT Anthony Liu, Davide Rizzo ed Alessandro Pier Guidi.

Solo P7 per la Lamborghini Huracàn dell’FFF Racing che vedeva al volante Vitantonio Liuzzi al posto del cognato Andrea Caldarelli, impegnato a Daytona.

Torna alla vittoria la Ginetta in LM P3 In LMP3, con una doppietta al fotofinish delle due entry dell’ARC Bratislava con Mike Simpson, Miro Konopka e Darren Burke davanti ai compagni di squadra Neale Muston e Constantins Calko. Il sorpasso si è concretizzato in occasione dell’ultima sosta, mentre l’altra Ginetta del PRT di Charlie Robertson, che ha condotto la prima parte di gara si è dovuta accontentare della quarta piazza dietro alla Ligier del G-Print by Triple 1 Racing.

Poca fortuna in gara per i leader della serie del Tockwith Motorsports dopo il crash in settimana durante dei test privati e la pole position conquistata con un nuovo telaio spedito a tempo di record. Alla fine Nigel Moore e Philip Hanson termineranno in P7 dopo una serie infinita di soste ai box.

L’unica CN presente, la Ligier JS 53 del PS Racing, che non ha schierato la sua ADESS LM P3, ha terminato la propria gara quasi subito, mentre la Porsche 911 GT3 in versione Cup del Team NZ ha terminato erma ed ultima delle vetture classificate.

Il quarto ed ultimo appuntamento dell’Asian Le Mans Series 2016/2017 si terrà a Sepang, Malesia, fra due settimane, il 22 gennaio.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

La Ginetta torna a vincere in LM P3. Podio tutto Ferrari in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/01/35-Jackie-Chan-DC-Racing-aslms-2016-zhuhai-free-1.jpg Asian LMS – Buriram: DC Racing, seconda vittoria e titolo più vicino