Nel week end della gara di Road America, il presidente dell’ALMS, Scott Atherton ha annunciato quale sarà il futuro del campionato.

Sarà un 2010 rivoluzionario per l’American Le Mans Series, a partire dalla classe regina, ovvero LMP, quest’anno scarna di partecipanti ma che potrebbe tornare spettacolare nel prossimo futuro; infatti cesseranno di esistere le suddivisioni di LMP1 ed LMP2 unendosi in un’unica classe, denominata LMP in cui partiranno al pari, se presenti, Acura arx-02a e arx-01b, Ginetta Zytek Hybrid, Lola Mazda, Lola B06/10, Radical, Porsche RS Spyder, Peugeot 908, Audi R15, Aston Martin Racing e Pescarolo.

Tuttavia, questa non sarà l’unica classe dedicata ai prototipi, ci sarà infatti anche lo sbarco oltre oceano della Formula Le Mans, categoria monomarca di contorno alle gare LMS, la classe si chiamera LMPC (ovvero LMP Challenge ndr), e la barchetta sarà la confermata Courage Oreca LMF09, che vanta un peso minimo di 900kg, ma la sua potenza è di 450cv, quindi notevolmente inferiore a quella delle normali LMP che si aggira tra i 500 e i 700cv. Le LMPC debutteranno in gara in occasione dell’opening 2010, cioè la 12 Ore di Sebring.

Ormai morta la classe GT1 sarà presente solo la GT2 attuale, che prenderà il nome di classe GT e potrà vantare le attuali auto già presenti in questa categoria, ovvero, se presenti, Porsche, BMW, Corvette, Ferrari, Panoz, Viper, Ford e Jaguar.

Infine, verrà confermata la classe ALMS Challenge, che prenderà però il nome GTC e vanterà le attuali Porsche 911 GT3 gommate Yokohama.

Ma queste classi non saranno presenti nelle gare più importanti della serie, ovvero Sebring e Petit Le Mans, dove saranno confermate le suddivisioni di classe seguendo le specifiche ACO.

“Il nuovo formato 2010 permetterà di creare maggiori opportunità per nuovi team e costruttori di prendere parte all’American Le Mans Series”, ha dichiarato Atherton, la rivoluzione è dunque cominciata, con un netto taglio dei costi, con questa mossa riuscirà a rilanciarsi e tornare agli antichi fasti? Solo il tempo potrà dircelo, però il 2010 sarà l’anno zero per il campionato e l’obiettivo è soltato di tornare grandi, tuttavia potrebbe scapparci qualche nuovo arrivo, magari dagli eterni rivali della GrandAm in questa dura guerra su suolo a stars&stripes.

Nella foto, Scott Atherton

Matteo Mozzanica


Stop&Go Communcation

Nel week end della gara di Road America, il presidente dell’ALMS, Scott Atherton ha annunciato quale sarà il futuro del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance470-atherton-alms1.jpg ALMS – Ultim’ora – Annunciato il futuro della serie: monoclasse LMP e GT. Arriva la Formula Le Mans!