OAK Racing ha svelato la nuova versione del suo prototipo di classe LMP2 realizzato in collaborazione con Pescarolo: rispetto al modello in azione quest’anno, si distingue per una serie di miglioramenti a livello aerodinamico (spicca la “pinna” sul cofano motore), per aumentare la sicurezza e tenere sotto controllo i costi.

Il settore automotive della struttura francese, che da adesso si chiama Onroak Automotive, esporterà la macchina anche negli Stati Uniti grazie all’accordo trovato con il team Conquest Racing, che dalla IndyCar ha deciso di allestire un programma agonistico anche nella American Le Mans Series. Il team Conquest sarà inoltre importatore ufficiale Oltreoceano.

Il debutto “pubblico” è previsto per i test in preparazione alla 12 Ore di Sebring, in programma l’8 e 9 febbraio, ma la scuderia diretta da Eric Bachelart ha già avuto modo di provare la barchetta transalpina (equipaggiata con un propulsore Judd) proprio sul tracciato della Florida.

“Le OAK-Pescarolo hanno dimostrato il proprio valore in Europa, noi vogliamo fare lo stesso in America”, ha dichiarato Bachelart. “Siamo convinti che questo possa essere il telaio di riferimento nell’ALMS“.

Jacques Nicolet, patron di OAK Racing, ha aggiunto: “Sentiamo di aver ottenuto il miglior compromesso in termini di prestazioni, adeguamento alle nuove regole di sicurezza e rispetto dei costi richiesti dall’ACO”.


Stop&Go Communcation

OAK Racing ha svelato la nuova versione del suo prototipo di classe LMP2 realizzato in collaborazione con Pescarolo: rispetto al […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/enduranceendurance-191211-02.jpg ALMS – Svelata la nuova OAK-Pescarolo LMP2, accordo con il team Conquest