Nella prossima 12 Ore di Sebring ci saranno ben tre classi per vetture prototipi. Ovvero LMP1, con sette vetture, LMP2 con tre e LMPC con sei, per un totale che dovrebbe essere di sedici LMP. Già dovrebbe, perché su una LMP1 c’è ancora grandissima incertezza, trattasi della Creation Autosportif, la barchetta inglese ha annunciato la sua partecipazione alla gara ma a ormai pochi giorni dalle prime prove non ha ancora annunciato alcun pilota e non ci sono notizie a riguardo della sua partecipazione, non ci sarà da stupirsi se sabato al via non ci sarà.

Ma veniamo a chi ci sarà sicuramente, ovvero i favoriti assoluti per la vittoria della corsa, il Team Peugeot Total, dopo la straordinaria stagione 2009, che ha portato alla casa francese 24 Ore di Le Mans e Petit Le Mans, ricominciano da Sebring la nuova annata, l’ultima della 908 HDI-FAP prima dell’ormai meritato pensionamento; sulla #07 troveremo Marc Gene, Alexander Wurz ed Anthony Davidson, mentre sulla #08 siederanno Pedro Lamy, Nicolas Minassian e Sebastien Bourdais.

A provare nel difficile tentativo di contrastare la Peugeot, ci sarà la Lola Aston Martin #009, che verrà portata in pista da Fernandez/Primat/Buncombe, Aston Martin prenderà inoltre parte anche alla gara di Long Beach prima di tornare in Europa per preparare al meglio la 24 Ore di Le Mans.

Ci sarà anche la Lola Coupè Judd del Drayson Racing, la scuderia britannica riporterà in pista il nostro Emanuele Pirro dopo i vittoriosi anni trascorsi in Audi Sport, con Pirro ci saranno Paul Dryson e Jonny Cocker, infine, non mancheranno come sempre le due Lola AER rispettivamente di Intersport con Jon e Clint Field, e Autocon, con Willman/Burgess/Ehert.

In LMP2 troviamo solo tre vetture, la favorità però sarà sicuramente l’HDP arx-01c del Patron Highcroft Racing, che quest’anno vanta un ottimo lineup con David Brabham, Simon Pagenaud e Marino Franchitti; a darle duello sarà l’ormai antiquata Porsche RS Spyder del Muscle Milk Cytosport, con Sascha Maassen, Klaus Graf e Greg Pickett alla guida. Infine, quest’anno presente con una sola auto, il Dyson Racing, che schiererà una Lola Coupè motorizzata Mazda, i piloti saranno Chris Dyson, Guy Smith e Andy Meyrick, che cercherà di ottenere miglior fortuna rispetto alla deludente annata 2009 al volante dell’Audi R10 Kolles.

Infine, debutterà la nuova categoria Le Mans Prototype Challenge (LMPC), ovvero una classe monomarca composta da sole Oreca FLM09 con pneumatici Michelin. Tanti nuovi team al via in questa classe, ad iniziare dal Genoa Racing, che sulla vettura numero #36 porterà in pista Andy Wallace, JR Hildebrand e Tom Sutherland; ci sarà anche il Green Earth Team Gunnar, con Jeanette/Julian/Zugel sulla #99, grande arrivo quello del Level 5 Motorsport, che dopo l’impegno in GrandAm farà anche l’ALMS con due esemplari di Oreca FLM09, rispettivamente la #55 con Tucker/Bouchut/Wilkins e la #95 con Gue/Hunter-Reay/Tucker; inoltre sarà al via anche in questa categoria l’Intersport Racing, con Wong/Ducote/Pagerey, infine, dopo anni in GT2 con una Viper, tenta la nuova avventura con un prototipo il Primetime Braille Battery Racing Group, con Joel Feinberg e Kyle Marcelli.

Sulla carta la favorita sarà ovviamente Peugeot, ma nelle gare di durata si sa, ci può scappare sempre qualche sorpresa, e seppur non ci sarà Audi quest’anno lo spettacolo sul circuito della Florida non mancherà senz’altro regalandoci 12 Ore fantastiche per iniziare al meglio questa nuova annata motoristica dell’universo endurance!

Matteo Mozzanica


Stop&Go Communcation

Nella prossima 12 Ore di Sebring ci saranno ben tre classi per vetture prototipi. Ovvero LMP1, con sette vetture, LMP2 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance026710111620.jpg ALMS – Sebring Preview LMP: Peugeot favorita ma ci saranno anche Aston Martin e Highcroft!