Le due Audi come da copione si sono aggiudicate la prima fila della 61ma 12 Ore di Sebring, l’ultima sotto l’egida dell’American Le Mans Series. Marcel Fassler ha ripetuto la buona prestazione del mattino, allorchè aveva primeggiato con 1.44.315, limando ulteriormente il proprio crono forzando all’ultimo giro 1.43.886 che vale la pole position, precedendo un incredulo Allan McNish di 9 soli millesimi.

In seconda file Nick Heidfeld sulla Lola Rebellion #12 ha preceduto di oltre 1” la HPD ARX-03-c del Muscle Milk di Klaus Graf ed il nostro Andrea Belicchi sull’altra P1 del team svizzero. L’impressione è che si ripeterà il duello della scorsa Petit Le Mans, con l’aggravante, per il Pickett Racing, di avere contro non più una ma due Lola-Toyota. Chiude il gruppo Butch Leitzinger con la Lola-Dyson, ben lontana dai tre duellanti. Solo 15mo infine Olivier Pla con la DeltaWing.

In P2 i due Ryan del Level 5 e dell’IndyCar, Briscoe ed Hunter-Reay, hanno conquistato le prime due posizioni della categoria. L’australiano ha segnato anch’egli il proprio giro “monstre” di 1.51.159 sul filo di lana. A ridosso Tom Kimber-Smith con la Zytek del Greaves Motorsport, mentre anche le due HPD dell’Extreme Speed hanno segnato tempi di rilievo soprattutto con l’esperto David Brabham.

Grande spettacolo anche tra le PC, con un finale mozzafiato che ha visto un Bruno Junqueira sfruttare la pista al limite ed un’uscita di strada di Pierre Kaffer. Ma come sempre tra i due litiganti è il terzo a godere, e la pole di categoria è andata a Colin Braun con la vettura del team campione nell’ultimo biennio del CORE Autosport con 1.53.404.

La GT ha vissuto ancora una volta di un duello intenso tra le Corvette, le Aston Martin e la Ferrari del Risi Competizione. Alla fine l’ha spuntata proprio Gianmaria Bruni con 1.58.815 su Oliver Gavin, Stefan Mucke e Pedro Lamy e Antonio Garcia. Ad ogni modo, ben 8 macchine racchiuse in 1”, comprese la e la Viper SRT di Jonathan Bomarito, la Porsche di Marco Holzer e la BMW Z4 di Maxime Martin, entrambi al debutto nella serie.

Infine la GTC e le sue Porsche in versione Cup, a dire il vero i primi ad entrare in pista, con Andy Lally che fa felice il team Dempsey Del Piero e strappa nel finale la pole con 2.05.446 su Jeroen Bleekemolen dell’Alex Job e Sean Edwards dell’NGT Motorsport.

Appuntamento a domani per il warm-up e la partenza della gara alle 10.45 AM ora locale.

Piero Lonardo

I tempi della quarta sessione di prove libere

La griglia di partenza


Stop&Go Communcation

Le due Audi come da copione si sono aggiudicate la prima fila della 61ma 12 Ore di Sebring, l’ultima sotto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/Audi1.jpg ALMS – Sebring, Libere 4 e Qualifiche: Fassler beffa McNish. Grande Bruni in GT