E’ stato varato un nuovo programma per la DeltaWing sotto l’egida di Don Panoz. Il leggendario costruttore, fondatore dell’American Le Mans Series, ha annunciato che si presenterà con il futuristico prototipo disegnato da Ben Bowlby e portato in pista da Highcroft Racing lo scorso anno alla 24 Ore di Le Mans e alla Petit Le Mans in tre appuntamenti della stagione LMES 2013.

Si inizierà con la 12 Ore di Sebring, in programma il 16 marzo, per poi proseguire con Laguna Seca l’11 maggio e terminare con la gara cittadina di Baltimore il 31 agosto. Al momento non sono stati pianificati altri impegni.

A muovere la DW non sarà più il Nissan RML 1600 biturbo bensì il conosciuto 4 cilindri 2 litri di derivazione Mazda MZR già utilizzato sia nelle monoposto USF2000 – nonché in altra versione sulla Lola P1 schierata dal Team Dyson – con la cilindrata ridotta a 1,9 litri nonché dotato di doppio biturbo ad iniezione diretta.

Rispetto ai 170HP della USF2000, il future propulsore della DeltaWing ha raggiunto ben 345HP al banco, con un incremento di oltre 50HP in funzione del diverso rapporto peso/potenza. In funzione di queste modifiche la DW nel 2013 verrà schierata all’interno della categoria P1, stante comunque che nel futuro “merger” questa categoria non esisterà più.

In relazione agli aspetti motoristici è intervenuto direttamente Don Panoz “Siamo più leggeri di quasi 7 kg rispetto al motore Nissan e 5 cm più bassi del Mazda originale. Questo motore inoltre è stato sviluppato sia per la LM P1 che per la P2. Nella scelta abbiamo confrontato 40 motori ed abbiamo visto che le migliori caratteristiche venivano fornite da due diverse unità Mazda, e così le abbiamo alloggiate in un unico blocco.”

Ma non è finita qui: a Sebring verrà schierato il prototipo scoperto, ma per Laguna Seca sarà approntata una nuova versione coperta simile ai disegni futuribili circolati nuovamente in rete nelle scorse settimane, il cui progetto è stato supervisionato all’epoca sempre da Ben Bowlby. Della DeltaWing P1 coupè si stanno costruendo tre nuovi telai – ricordiamo basati sul fallimentare progetto AMR-One – che però non vedranno il coinvolgimento della All American Racers di Dan Gurney. Oltre a Nissan e AAR, neanche la Highcroft Racing, che ha schierato la DW nelle due gare fin qui disputate finora, farà parte del programma, come per bocca del team owner Duncan Dayton.

Infine, anche la Michelin, che ha contribuito pesantemente nello sviluppo delle gomme approntate specificamente per l’avveniristico prototipo, molto probabilmente non sarà della partita, e dovrebbe essere rimpiazzata dalla Firestone.

Aspettiamo pertanto con impazienza la line-up dei piloti che saranno impegnati nei tre appuntamenti.

Nella foto (credits aliasguy.com), uno studio di DeltaWing con carrozzeria chiusa, ancora con i colori Nissan.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

E’ stato varato un nuovo programma per la DeltaWing sotto l’egida di Don Panoz. Il leggendario costruttore, fondatore dell’American Le […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/dw.jpg ALMS – Panoz ritorna con la DeltaWing a motore Mazda!