Klaus Graf e Lucas Luhr non potevano festeggiare meglio i loro compleanni se non dominando il Gp of Mosport, quinta prova stagionale dell’American Le Mans Series. L’equipaggio tedesco in forza al Muscle Milk Pickett Racing questa volta non ha avuto rivali sulla storica pista canadese. La concorrenza, nella forma della Lola-Mazda condotta da Chris Dyson e Guy Smith, si è limitata ad un pallido tentativo iniziale, aiutata da uno start ritardato di Luhr, che rallentava oltremodo il gruppo all’entrata del rettilineo lasciando a Dyson la leadership per un paio di giri. La direzione corsa, dopo che il tedesco aveva tentavo ogni soluzione lecita per sbarazzarsi della Lola #16, ha imposto a Dyson di cedere la posizione per start anticipato.

Da lì in poi la battaglia per il primato assoluto non ha avuto rivali e alla metà esatta di gara Klaus Graf ha preso il volante per portare l’HPD ARX-03a alla quarta vittoria stagionale, rafforzando la leadership in campionato. La Lola di Dyson e Smith termina buona seconda assoluta, approfittando delle penalità e della maggior “sete” delle due LM P2 di Conquest Racing e Level 5 Motorsport, terza e quarta assoluta.

La grande battaglia tra la Morgan-Judd di Martin Plowman e David Heinemeier Hansson e l’HPD ARX-03b di Scott Tucker e Christophe Bouchut si risolve solamente a meno di un quarto d’ora dalla fine, allorquando, dopo un passo di gara similare e dopo aver aver scontato entrambi uno stop & go nelle fasi precedenti di gara per speeding in pit lane, si ritrovano a contatto, grazie anche alla terza ed ultima yellow flag della giornata.

Tra le due barchette c‘è però del traffico ed il francese, nella foga agonistica, esagera e passa oltre la linea che delimita l’uscita dei box. Pressochè immediata l’azione dei commissari che gli impongono una nuova sosta forzata che lo riporta a distanza di sicurezza da “Plowney”, il quale assicura così la prima vittoria in ALMS per la Morgan e il Conquest. Quinta assoluta termina la seconda Lola del Team Dyson dell’enfant du pays Tony Burgess ed Eric Lux.

E’ veramente difficile trovare uno schieramento così competitivo come la classe GT dell’ALMS 2012 e, nonostante le 2 ore e 45 di gara, ancora una volta la vittoria si è risolta al fotofinish. A spuntarla è stata la Porsche #45 del Flying Lizard di Patrick Long e Jorg Bergmeister, che bissa così il successo di quindici giorni prima a Lime Rock. Avvincente la lotta nel finale, con Jan Magnussen che, dopo un lungo inseguimento, riesce ad avvicinare la coupè di Stoccarda, tentando più volte il sorpasso. La Corvette #3 del poleman viene però beffata a tre curve dal traguardo dalla Ferrari F458 di Johannes Van Overbeek, che festeggia con il secondo posto la sua 100ma partecipazione in ALMS.

Giornata definitivamente non positiva per la Corvette, con la #4 di Milner e Gavin subito fuori dai giochi per un problema al selettore delle marce. Dietro ai top three terminano quindi ad un giro la BMW #56 di Joey Hand e Dik Mueller, la Porsche Falken Tire di Wolf Henzler e Bryan Sellers.

Tra le LM PC, prima vittoria per l’RSR Racing con Bruno Junqueira e Tony Drissi, che precede di un giro l’accoppiata del CORE Autosport formata da Jonathan Bennet e Colin Braun e da Alex Popow e Ryan Dalziel, che hanno approfittato delle uscite di strada del Merchant Service, vittima nelle fasi finali di gara di una melée con la Lola Dyson di Eric Lux e la Porsche GTC dell’Alex Job Racing alla curva 8, mentre era seconda. Presto out anche Ken Dobson con l’entry del PR1 Mathiasen Motorsports, coinvolta in uno spettacolare incidente in fase di doppiaggio causato proprio da Alex Popow che dopo circa mezz’ora di gara provocava l’uscita di strada della Porsche GTC del Green Hornet di Peter LeSaffre. Pilota fortunatamente illeso e sacrosanto stop & go di 1’20 per contatto evitabile.

Anche in GTC vittoria con scarto ridotto per Spencer Pumpelly ed Emlio di Guida sulla 997 del TRG sulla entry dell’Alex Job Racing di Cooper MacNeil e Leh Keen, che mantiene la testa della classifica.

Prossimo appuntamento fra due settimane a Mid-Ohio in compagnia dell’IndyCar

L’ordine di arrivo ufficiale

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Klaus Graf e Lucas Luhr non potevano festeggiare meglio i loro compleanni se non dominando il Gp of Mosport, quinta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/mm.jpg ALMS – Mosport, Gara: Muscle Milk in scioltezza. Bis di Flying Lizard in GT