Klaus Graf e Lucas Luhr riportano l’HPD del team Muscle Mik Pickett Racing sul gradino più alto del podio aggiudicandosi la terza gara dell’American Le Mans Series a Laguna Seca. L’equipaggio tedesco ha avuto la meglio sulla Lola Rebellion di Neel Jani e Nick Heidfeld battendola sull’esperienza e sul passo di gara, avvantaggiandosi del traffico, nonostante una evidente supremazia tecnica del team elvetico, soprattutto con Jani, autore di un miglior giro in gara di ben mezzo secondo inferiore alla migliore prestazione della barchetta di produzione Honda.

Nick Heidfeld, scattato bene dalla pole davanti a Klaus Graf, che aveva la meglio già sul rettilineo di Guy Smith e della Lola Dyson, ha dominato la prima parte della gara, ma Jani, appena subentrato al tedesco, non ha potuto evitare il sorpasso, peraltro già accennato un paio di volte nelle prime tornate, grazie anche ad un paio di caution per altrettante uscite di strada delle Porsche del Flying Lizard.

Una seconda metà di gara sostanzialmente senza interruzioni ed una foratura nelle fasi finali della Lola Rebellion hanno permesso a Lucas Luhr di mantenere la posizione; nemmeno un’ultima caution a pochi minuti dalla fine, generata dallo stop in pista della DeltaWing – un calvario peraltro la corsa dell’innovativo prototipo, partito dal fondo dello schieramento per non avere schierato Katharine Legge nelle sessioni del venerdì – è stata utile a Jani per avvicinarsi abbastanza da tentare il potenziale sorpasso vincente.

In P2 dopo le disavventure di Long Beach è stata doppietta Level 5, con Marino Franchitti davanti a Ryan Briscoe. Lo scozzese ha dovuto tenere a bada soprattutto i problemi fisici che lo hanno attanagliato per tutta la gara, mentre in pista le due HPD dell’Extreme Speed sono sparite ben presto dalla lotta per il comando.

Peccato soprattutto per la #01, che nelle fasi iniziali di gara era passata di prepotenza in testa con Guy Cosmo, ma che per colpa di una foratura ha perso tempo prezioso e alla fine ha terminato con 4 giri di ritardo dai due battistrada di categoria. Peggio è andata alla #02 vincitrice a Long Beach di van Overbeek e Scott Sharp, partita dalla pit lane per problemi elettrici e poi ritirata per un guasto alla colonna dello sterzo.

In LM PC un errore di Colin Braun del CORE Autosport, che andava largo all’ultimo restart, ha permesso una vittoria – la seconda dell’anno – all’ultimo giro a Luis Diaz e Mike Guasch del PR1 Mathiasen Motorsports.

In GT, torna alla vittoria la Corvette con la #3 di Jan Magnussen ed Antonio Garcia, che nel finale ha resistito al pressing della Porsche Falken Tire di Wolf Henzler e Bryan Sellers. Peccato per la Ferrari del Risi Competizione che, dopo aver perso la testa della gara al via, a vantaggio della vettura gemella dell’Alex Job Racing/West di Sweedler e Bell, stava avviando una buona rimonta con il nostro Matteo Malucelli, ma è stata fermata da ben 3 Stop & Go consecutivi: il primo per avere superato in regime di caution e gli altri due per aver ecceduto nella velocità in pit lane delle due fermate precedenti. Non bastasse questo, la rossa F458 è stata anche buttata fuori pista dalla LM PC del PR1 Mathiasen senza peraltro che venisse comminata alcuna sanzione.

Terza piazza finale per la BMW Z4 di Edwards e Dirk Muller – la vettura gemella di Bill Auberlen e Maxime Martin, vincitori a sorpresa a Long Beach, si è dovuta ritirare a metà gara – davanti alla Ferrari AJR/West e alla Viper SRT di Goossens e Farnbacher. Gara in salita per la debuttante Porsche del CORE Autosport di Patrick Long e Tom Kimber-Smith, partita dal fondo griglia e alla fine settima in classifica, dopo aver subito anche aun fuori pista causato dalla Oreca LM PC del Performance Tech, proprio davanti alla rossa del Risi Competizione.

In GTC infine, nuova vittoria per Nick Tandy ed Enrique Cisneros, che nelle ultime curve, grazie alla caution procurata dalla DeltaWing, negano la prima vittoria di sempre al Dempsey Del Piero Racing e alla entry di Andy Lally e Patrick Dempsey, secondi.

Ora l’ALMS va in pausa per Le Mans. Il prossimo appuntamento è per il 6 luglio a Lime Rock

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

Klaus Graf e Lucas Luhr riportano l’HPD del team Muscle Mik Pickett Racing sul gradino più alto del podio aggiudicandosi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/05/MM1.jpg ALMS – Monterey, Gara: Muscle Milk torna alla vittoria. Risi, che sfortuna!