In quella che potrebbe essere stata l’ultima gara di American Le Mans Series a Mid-Ohio, che rischia seriamente di uscire dal calendario nel 2011 insieme a Lime Rock per far spazio ai cittadini di Baltimore e Oklahoma City, come anticipato nei giorni scorsi, lo spettacolo non è mancato regalando una gara emozionante in tutte e quattro le categorie.

A partire sulla Lola Coupè del Drayson Racing è Paul Drayson e non Jonny Cocker, ed il gentleman ed owner rovinerà in pochissimo tempo il lavoro fatto dal giovane collega, infatti Drayson, poco dopo il via va a contatto con una vettura GT, perdendo così la leadership, in seguito per un ulteriore errore sarà costretto al ritiro; buona parte della gara ha però visto in testa la Lola AER dell’Intersport Racing di Jon e Clint Field, tuttavia negli ultimi 50 minuti l’ennesimo problema di affidabilità li ha costretti ad abbandonare.

La vittoria è così andata al Dyson Racing, con duo Smith/Dyson che ha battuto per meno di un secondo la HPD ARX-01C del Patron Highcroft Racing di Brabham/Pagenaud, terza e ultima di classe, ma staccata di 5 giri è la Lola AER dell’Autocon di Drissi/Willman; ritiro come detto per Intersport, Dryson e anche per la debuttante Radical SR9, il duo Prendeville/Buncombe ha portato però a termine 44 giri. Campionato finito invece per Gary Pickett, dopo l’infortunio subito nell’incidente che ha coinvolto la sua Porsche RS Spyder, incerta la presenza per il resto del 2010 della barchetta tedesca, che senza pezzi di ricambio provenienti dalla Germania non potrà rivedere la pista.

Nella LMPC, la vittoria è andata alla Level 5 Motorsport #55 di Bouchut/Tucker, secondi i rookie Diaz/Gonzalez del PR1 Mathiasen, solo terzo il Green Earth Team Gunnar, staccato però di 1 giro, quarto è l’Intersport di Marcelli/Wong, quinta la Level 5 #95 di Wallace/Tucker, chiude il Genoa Racing di Montecalvo/Zugel.

In GT come sempre grande battaglia, ma anche parecchi ritiri di lusso, come la Corvette #3 di Magnussen/O’Connell, vittima di un cedimento, la Doran Ford del Robertson Racing e le due Ferrari F430, per la precisione la #61 del Risi Competizione di Fisichella/Vilander e la #02 dell’Extreme Speed di Cosmo/Brown, il ritiro delle due F430 è dovuto ad un errore di Fisichella che ha colpito l’altra Ferrari, compromettendo la gara di entrambe.

La vittoria però va ad un’altra “rossa”, ovvero la #62 del Risi Competizione di Bruni/Melo, che giunge sul traguardo con solo mezzo secondo di vantaggio sulla Corvette #4 di Gavin/Beretta, terza è la BMW M3 #92 di Auberlen/Milner, davanti alla Porsche 997 #45 del Flying Lizard di Bergmeister/Long; seguono la F430 dell’Extreme Speed #01 di Sharp/Van Overbeek, la seconda M3, la #90 di Hand/Muller, le due Porsche, ovvero la #44 di Pilet/Neiman e quella del Falken Tire di Henzler/Sellers e la Jaguar XKRS di Goossens/Gentilozzi.

Infine, nella GTC, dopo una grande rimonta, arriva un’altra vittoria del Black Swan Racing di Bleekemolen/Pappas, secondo è il GMG di Sofronas/Curtis, terzo l’Alex Job Racing di Kapudjia/Sweedler; seguoto Orbit, Velox, TRG e 911 Design, non ha invece preso il via la #69 del Werks II, vittima di un incidente ieri nelle qualifiche. Il prossimo appuntamento è il week end dal 20 al 22 agosto a Road America, ovvero ad Elkhart Lake nel Wisconsin.

Ordine di arrivo

Matteo Mozzanica


Stop&Go Communcation

In quella che potrebbe essere stata l’ultima gara di American Le Mans Series a Mid-Ohio, che rischia seriamente di uscire […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance0293233817131.jpg ALMS – Mid-Ohio – Gara: Incredibile trionfo di Dyson in LMP! Mentre in GT la Ferrari torna alla vittoria!