Lucas Luhr e Klaus Graf conquistano il GP di Long Beach, secondo appuntamento dell’American Le Mans Series, con l’HPD del Muscle Milk Pickett Racing. I due tedeschi, partiti solamente dalla terza piazzola di partenza, hanno approfittato di una tattica di gara più estrema per avere la meglio della Lola Rebellion di Neel Jani e Nick Heidfeld, terminati secondi a 36”.

Partita in testa dalla pole position, la vettura del team svizzero non è riuscita a prendere il largo quel tanto che bastava per avvantaggiarsi delle caution che hanno frammentato la gara. La chiave di volta della gara è stata infatti la prima neutralizzazione, quando dopo soli 25 minuti delle 2 ore previste in questa gara sprint, in casa Muscle Milk si provvedeva già al cambio pilota. Questa mossa risulterà determinante allorchè alla metà gara il team Rebellion provvedeva al proprio cambio mentre Klaus Graf si limitava a rifornire, generando quel vantaggio che si manterrà fino alla fine gara su Nick Heidfeld.

Sul podio assoluto sale una LM PC, i campioni uscenti del CORE Autosport Colin Braun e Jon Bennett, che hanno anche avuto l’onore di condurre la corsa per una decina di giri intorno alla metà gara.

Terminata presto la gara della terza LM P1 presente, la Lola-Mazda di Chris Dyson, stampatasi sui muretti alla curva 11 dopo aver perso la piazza d’onore conquistata in qualifica in favore del Muscle Milk già al secondo giro.

Tra le P2 è doppietta Extreme Speed con Scott Sharp e Guy Cosmo sesti assoluti davanti ai compagni di squadra Johannes van Overbeek e Ed Brown. Un successo assolutamente inaspettato, tanta era la superiorità in gara dai rivali del Level 5, che invece, dopo che Cosmo ha avuto la meglio in pista sul team owner Scott Tucker, sono incorsi in una serie di penalità e disavventure che li hanno portati fuori dai migliori.

Tra le GT sembrava la giornata buona per le Viper SRT e invece a pochi giri dall’arrivo una disattenzione di Dominik Farnbacher, largo alla curva 1, portava alla prima vittoria della BMW Z4 GTE di Bill Auberlen e Maxime Martin. La Viper perdeva all’ultimo giro anche la piazza d’onore cedendo a Dirk Mueller per una doppietta a sorpresa delle coupè del team RLL già solo alla seconda apparizione.

Dietro Farnbacher e Goossens le due Corvette di Gavin / Milner e Magnussen / Garcia. Sfortuna per la Ferrari del Risi Competizione, solo nona grazie ad una serie di penalità che hanno compromesso definitivamente la gara di Beretta e Maluccelli.

Infine le GTC, con Sean Edwards ed Enrique Cisneros della NGT al fotofinish sulla #45 del Flying Lizard di Spencer Pumpelly e Nelson Canache Jr.

Prossima gara fra 3 settimane a Laguna Seca, dove si rinnoverà il duello fra Muscle Milk e Rebellion Racing.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo provvisorio


Stop&Go Communcation

Lucas Luhr e Klaus Graf conquistano il GP di Long Beach, secondo appuntamento dell’American Le Mans Series, con l’HPD del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/MM.jpg ALMS – Long Beach, Gara: Muscle Milk ancora re dei muretti. Prima vittoria per la Z4