Sotto una pioggia battente che sta caratterizzando l’intero week end di Lime Rock, la HPD ARX-01c del Patron Highcroft Racing del duo Brabham/Pagenaud ha messo a segno, nuovamente quest’anno, il miglior tempo in 58.106. A darle battaglia è stata la Porsche RS Spyder del Team Cytosport con Klaus Graf alla guida, giunta seconda in 58.746, tuttavia, Graf ha dovuto rinunciare all’ultimo tentativo di assalto alla pole per colpa di un lungo in fondo al rettilineo di partenza; la terza piazza è stata della Lola Mazda del Dyson Racing, che all’ultimo secondo, proprio mentre sventolava la bandiera a scacchi, ha messo a segno un 59.951, mettendosi così dietro il Drayson Racing, giunto quarto con Jonny Cocker in 1:00.092, chiude la categoria LMP la Lola AER dell’Intersport Racing di Jon e Clint Field in 1:02.922; assente per questa gara l’Autocon Motorsport.

Nella LMPC, imprendibile Christophe Bouchut, autore del miglior tempo in 1:03.020, nonostante un fuori pista a pochi minuti dal termine della sessione, ha portato la sua Level 5 Motorsport numero #55 ancora una volta davanti a tutti. Sorprendente seconda posizione per Kyle Marcelli dell’Intersport Racing in 1:03.587; nessun’altra è riuscita a tenere il passo dei primi due, infatti la terza, ovvero la PR1 Mathiasen di Alex Figge ha messo a segno un 1:04.082, più staccata ancora la #95 del Level 5, di Scott Tucker, quarta in 1:05.617, quinto è il Genoa Racing, con un nuovo equipaggio composto da Sedivy/Zugel, chiude il Green Earth Team Gunnar, ultimo assoluto; l’auto è stata vittima di un testacoda alla esse che ha compromesso l’intera qualifica del team.

Nella classe GT abbiamo assistito ad una qualifica movimentata, in cui c’è stata anche una bandiera rossa, causata dalla Ferrari F430 numero #02 dell’Extreme Speed Motorsport, finita contro le transenne dopo che Guy Cosmo ha perso il controllo della vettura con la pista bagnata.

La pole position dopo la ripartenza è andata alla Porsche 997 numero #45 del Flying Lizard, con Patrick Long al volante, che ha fatto segnare il tempo di 1:03.904, seconda un’altra Porsche, del Falken Tire, di Wolf Henzler in 1:04.378, terza è la Ferrari #62 del Risi Competizione di Bruni/Melo in 1:04.391, quarta la Corvette C6 ZR1 #3 di Jan Magnussen e quinta l’altra F430 targata Risi, la #61 di Salo/Kaffer; Sesta è l’altra Corvette, di Oliver Gavin, davanti alle due Ferrari dell’Extreme Speed, rispettivamente la #01 di Van Overbeek/Sharp e la #02 di Cosmo/Brown. Male, molto male le BMW, che con le Dunlop hanno sofferto la mancanza di grip, è solo nona la prima BMW M3, la #92 Auberlen/Milner, ultima invece la #90 di Muller/Hand.

Nella classe GTC invece, anche con la pioggia c’è sempre il Black Swan Racing a dettar legge, con Jeroen Bleekemolen primo in 1:08.129, davanti al TRG di Lally/Richard in 1:08.733, terzo è il Velox Motorsport, seguono poi il GMG e l’unica Alex Job Racing rimasta, di Kapudija/Sweedler.

Classifica Qualifiche

Matteo Mozzanica


Stop&Go Communcation

Sotto una pioggia battente che sta caratterizzando l’intero week end di Lime Rock, la HPD ARX-01c del Patron Highcroft Racing […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance0288214847701.jpg ALMS – Lime Rock – Qualifiche: Sotto il diluvio la spunta ancora Highcroft! In GT la pole è targata Flying Lizard