Dopo le due sessioni di libere del mattino e del primo pomeriggio è la volta delle qualifiche dell’American Le Mans Series in questo concitato weekend di Baltimore.

Iniziano le Porsche della GTC, dove svetta Jeroen Bleekemolen con 1.34.322 e la GT3 dell’Alex Job Racing, precedendo di 2 decimi il favoritissimo Spencer Pumpelly con la entry del Flying Lizard.

In GTE le due agili BMW Z4 terminano un po’ a sorpresa davanti a tutti con Bill Auberlen (nella foto) che con 1.29.560 precede di 24 centesimi il compagno di squadra Joey Hand, rientrante dopo una pausa per gli impegni in DTM, dopo una lunga lotta con la Corvette di Tommy Milner e le Porsche di Pat Long e Wolf Henzler. Non bene le più potenti Ferrari ed SRT Viper, con Olivier Beretta solamente ottavo con la rossa del Risi Competizione a ben 1”3 dalla vetta. La sessione termina leggermente anzitempo a causa dei detriti seminati dalle due Corvette, che passano un po’ troppo interni ai cordoli che simulano una chicane alla metà del rettilineo.

Per le LMPC qualifiche sospese quasi subito per una dura toccata per l’ex Indy Lights Rusty Mitchell con una delle due entry del BAR1 Motorsports all’uscita della curva 7. Tutto si decide quindi all’ultimo giro utile dopo la ripresa delle ostilità, allorquando Colin Braun con la vettura del CORE Autosport migliora il tempo di Dane Cameron con la vettura del PR1 Mathiasen, il quale però pochi attimi dopo si riappropria della pole di categoria con 1.28.325, seguito a ruota da Kyle Marcelli con la seconda BAR1.

Una bandiera rossa rallenta temporaneamente anche lo sforzo delle due categorie maggiori. Klaus Graf con l’HPD del Muscle Milk sembra imbattibile con 1.25.290, così come Ryan Briscoe con la barchetta P2 del Level 5 e 1.27.170. Alla ripresa, con solo 1’40” disponibili, escono solo Marino Franchitti con la seconda Level 5 e Chris Dyson con la Lola-Mazda, ma nessuno dei due riesce a migliorare la propria posizione, per cui è ennesima pole per l’equipaggio tedesco del Muscle Milk Pickett Racing, cui manca pochissimo per laurearsi campione ALMS 2013 con largo anticipo, mentre in P2 dietro l’australiano le due HPD dell’ESM con Johannes van Overbeek e Scott Sharp precedono Franchitti, che termina settimo assoluto, dietro anche la LM PC di Dane Cameron.

L’appuntamento per la gara, che si preannuncia eccitante soprattutto in LMPC e GT, è alle 15.40 ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Dopo le due sessioni di libere del mattino e del primo pomeriggio è la volta delle qualifiche dell’American Le Mans […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/BMW.jpg ALMS – Baltimore, Qualifiche: Muscle Milk indisturbati. BMW padrona in GT