Le M4 hanno fatto man bassa di punti, bloccando le prime sette posizioni. A Wittmann la vittoria, con un agguerrito da Costa sulla piazza d’onore. Gara da dimenticare per Audi e Mercedes.

Il costruttore di Monaco ha annullato in un sol colpo le sventure della prima parte del campionato: il sabato ha visto le sue M4 DTM predominati sia in qualifica che, soprattutto, in gara.

Il gradino più alto del podio spetta ad un Marco Wittmann che sembra essere tornato nel 2014: superato il poleman Farfus in partenza, è rimasto saldo in vetta fino alla bandiera a scacchi. Come risultato il campione in carica è ora sesto nella classifica piloti, 39 punti all’attivo.

La sua, però, non è stata una gara in solitaria: António Félix da Costa lo incalzava per l’intera durata, fino a raggiungere quel secondo posto che rappresenta il suo miglior piazzamento in DTM.

Medaglia di bronzo va poi a Maxime Martin, compagno di scuderia di Wittmann, dopo aver superato anche lui il pilota brasiliano in partenza. Farfus, che ha avuto un acceso duello con Gary Paffett, si è infine dovuto acconentare della quarta piazza. Il pilota Mercedes, dopo un contatto ed un fuori pista al penultimo giro, è sceso fino all’undicesima posizione.

Dietro Farfus abbiamo altri tre piloti BMW, nella fattispecie Bruno Spengler, Timo Glock e Tom Blomqvist. Il costruttore bavarese ha completato così uno spettacolare top seven, mentre Blomqvist ha portato a casa i primi punti della sua giovane carriera in DTM.

La quarta fila porta i migliori piazzamenti di Audi, per una giornata da dimenticare nonostante le aspettative. Mike Rockenfeller è il pilota più veloce per i Quattro Anelli, seguito dal collega Nico Müller. La zona punti registra infine una sola presenza Mercedes, con Pascal Wehrlein davanti al già citato Paffett.

Il giovane pilota Mercedes è ancora terzo in campionato, a sole due lunghezze da Ekström: lo svedese non è riuscito a colmare il divario con Green, concludendo la gara in tredicesima posizione. Per il driver britannico è andata peggio: ritiratosi dopo un’uscita nella ghiaia ad otto tornate dalla fine, ha provocato l’attivazione del neonato sistema di safe zone.

Non è tardata ad arrivare la prima penalità per non aver rispettato il limite nella safe zone, assegnata ad Adrien Tambay sotto forma di un drive-through. Il francese, inzialmente in lotta per la zona punti, ha terminato la gara in ultima posizione.

Fra i ritirati abbiamo anche Paul Di Resta, il quale non è riuscito a fare un singolo giro dopo aver tamponato Robert Wickens in fase di partenza. Anche per il pilota Mercedes l’evento è terminato prima del dovuto, a 10 tornate dalla fine.

La confusione in partenza ha infine fermato anche Edoardo Mortara e Miguel Molina, portando a tre il totale dei ritiri per Audi. Martin Tomczyk è invece l’unico driver BMW che ha avuto problemi, con tutti gli altri nella top ten: per il campione 2011 lo stop è arrivato a causa di un problema al motore.

Zandvoort, gara 1:
1 Marco Wittmann – BMW M4 DTM – 25 giri
2 António Félix da Costa – BMW M4 DTM – +0.464s
3 Maxime Martin – BMW M4 DTM – +2.229s
4 Augusto Farfus – BMW M4 DTM – +3.768s
5 Bruno Spengler – BMW M4 DTM – +4.514s
6 Timo Glock – BMW M4 DTM – +6.054s
7 Tom Blomqvist – BMW M4 DTM – +7.273s
8 Mike Rockenfeller – Audi RS5 DTM – +7.837s
9 Nico Müller – Audi RS5 DTM – +8.677s
10 Pascal Wehrlein – Mercedes-AMG C63 DTM – +9.041s
11 Gary Paffett – Mercedes-AMG C63 DTM – +12.217s
12 Christian Vietoris – Mercedes-AMG C63 DTM – +12.906s
13 Mattias Ekström – Audi RS5 DTM – +15.738s
14 Timo Scheider – Audi RS5 DTM – +17.847s
15 Maximilian Götz – Mercedes-AMG C63 DTM – +20.492s
16 Daniel Juncadella – Mercedes-AMG C63 DTM – +24.636s
17 Lucas Auer – Mercedes-AMG C63 DTM – +25.656s
18 Adrien Tambay – Audi RS5 DTM – +30.023s

Ritiri:
Jamie Green – Audi RS5 DTM – +8 giri
Robert Wickens – Mercedes-AMG C63 DTM – +10 giri
Miguel Molina – Audi RS5 DTM – +12 giri
Edoardo Mortara – Audi RS5 DTM – +19 giri
Martin Tomczyk – BMW M4 DTM – +20 giri
Paul Di Resta – Mercedes-AMG C63 DTM – +25 giri

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Le M4 hanno fatto man bassa di punti, bloccando le prime sette posizioni. A Wittmann la vittoria, con un agguerrito […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/07/wittmann-zandvoort-11072015.jpg Zandvoort, Gara 1: vince Wittmann, è dominio BMW

DTM