Gli steward hanno ritenuto Daniel Juncadella colpevole dell’incidente con Augusto Farfus che ha causato il ritiro di quest’ultimo. Al pilota spagnolo vanno 30 secondi di penalità, quindi passa alla diciassettesima posizione.

La gara di Daniel Juncadella è stata difficile, tuttavia ha portato ad un risultato di tutto rispetto. Lo spagnolo, partito ventiduesimo, è riuscito a risalire fino all’ottava posizione, guadagnando quattro sempre utili punti.

Al giro diciotto, tuttavia, ha violentemente tamponato la BMW di Augusto Farfus, che è finita prima nel prato e poi contro le barriere. Il brasiliano, furioso per essere stato costretto al ritiro, ne è fortunatamente uscito illeso.

“Augusto Farfus ha cambiato direzione due volte, perciò non sono stato in grado di evitarlo”, si giustifica Juncadella. Ma per i commissari di gara a sbagliare è stato il pilota Mercedes, quindi lo hanno penalizzato con l’aggiunta di 30 secondi al tempo in gara. Il suo risultato finale passa dall’ottavo posto al diciassettesimo, perdendo i punti conquistati.

Inoltre, non sono state applicate sanzioni a chi ha fatto uso del DRS quando non era consentito, nella fattispecie entro i tre giri successivi all’uscita della safety car. I piloti coinvolti in questo erano gli stessi Juncadella e Farfus, assieme a Robert Wickens, Bruno Spengler, Mike Rockenfeller, Edoardo Mortara e Timo Scheider.

I commissari, che avevano rilasciato avvisi per questa irregolarità, hanno scoperto che c’è stato un malfunzionamento del sistema elettronico che controlla l’ala regolabile: in casi come questi il sistema dovrebbe essere bloccato.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Gli steward hanno ritenuto Daniel Juncadella colpevole dell’incidente con Augusto Farfus che ha causato il ritiro di quest’ultimo. Al pilota […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/juncadella-zandvoort-29092014.jpg Zandvoort, 30 secondi di penalità per Daniel Juncadella

DTM