I due piloti hanno perso il risultato dell’evento domenicale a causa dello skidpad non conforme. António Félix da Costa sale virtualmente sul podio, mentre è atteso il ricordo delle scuderie.

I commissari di gara hanno trovato delle irregolarità sulla M4 di Marco Wittmann e sulla C63 di Daniel Juncadella: per entrambe lo spessore dello skidpad, situato sul fondo della vettura, era inferiore a quello minimo contemplato dal regolamento, articolo 3.22.4.

Dunque i due piloti si sono visti annullare il terzo e quarto posto ottenuto nella gara 2 di oggi. Per il leader del campionato si tratta di una punizione abbastanza grave, poiché il distacco dal principale runner-up in classifica, Edoardo Mortara, è nuovamente limato a 14 punti.

Di conseguenza, Jamie Green non è ancora matematicamente escluso dalla corsa al titolo iridato. Le speranze di Mercedes rimangono invece nulle, poiché il suo miglior pilota Robert Wickens ha un deficit di 54 lunghezze, con due gare ancora da disputare.

Daniel Juncadella, dal canto suo, perde il primo podio raggiunto in DTM, cedendo il gradino più basso ad António Félix da Costa. Martin Tomczyk ed il già citato Robert Wickens entrano così nella zona punti, rispettivamente in nona e decima piazza.

I team HWA di Mercedes e RMG di BMW hanno annunciato che chiederanno ricorso, per il quale hanno 96 ore di tempo. Successivamente avranno una settimana per presentare prove rilevanti, sulle quale la corte del DMSB (l’ente che controlla il motorsport tedesco) prenderà una decisione.

Fino a nuovo annuncio, i due piloti restano esclusi dalla classifica. Ricordiamo che fra 3 settimane è fissato il weekend conclusivo del DTM 2016 ad Hockenheim.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

I due piloti hanno perso il risultato dell’evento domenicale a causa dello skidpad non conforme. António Félix da Costa sale […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/09/wittmann-budapest-25092016.jpg Wittmann e Juncadella esclusi dalla gara 2 all’Hungaroring

DTM