La gara di domani sarà l’ultima per Timo Scheider, 16 anni in DTM e due campionati vinti con Audi. Il suo contratto non sarà rinnovato per l’anno successivo.

Nel periodo più recente, Timo Scheider viene ricordato per lo scandalo “Schieb ihn raus!” a Spielberg 2015. Tale incidente costò al tedesco la squalifica per l’evento successivo al Moscow Raceway, oltre a bannare dalla pit lane per le restanti gare il boss Wolfgang Ullrich.

Ma la carriera del pilota Audi va oltre tale incidente: nel 2000 Scheider approdava nel rinnovato DTM con Opel, dove rimarrà fino al 2004. L’anno successivo il brand di General Motors annuncerà il ritiro dalla categoria, portando il tedesco a passare ad Audi nel 2006. In forze ad Abt Sportsline, Scheider ha ottenuto il titolo iridato due volte di seguito, nelle stagioni 2008 e 2009.

Attualmente è il pilota con maggior esperienza in DTM, con centottanta gare, sette vittorie ed undici pole position all’attivo. Nel 2014 è arrivato il passaggio a Phoenix Racing, scuderia che condivide con Mike Rockenfeller. I risultati sono scarsi nelle ultime stagioni: attualmente Scheider è ventiduesimo in classifica, solo tredici punti all’attivo.

Durante un’emozionale conferenza stampa dopo l’evento odierno a Hockenheim, il trentasettenne ha annunciato il suo ritiro dalla categoria: i vertici di Audi Sport hanno deciso di non rinnovargli il contratto per la stagione 2017, come ha recentemente appreso per via telefonica. La finale di domani porrà il termine alla sua lunga permanenza in DTM, in maniera analoga a Martin Tomczyk e ad António Félix da Costa.

“Due giorni fa sono stato informato che il mio contratto non verrà esteso. Dopo tutti questi anni, avrei voluto un approccio diverso per dire addio a tutti in maniera appropriata, anche ai fans che mi hanno accompagnato nel corso degli anni. E ovviamente, al team Audi che mi ha reso quello che sono oggi.”

“Sono sempre stato un pilota dal forte temperamento”, ha proseguito Scheider in lacrime. “Cosa farò nel futuro è incerto. Al momento, ho molte trattative e parteciperò anche alla finale del World Rallycross Championship. Forse questa è una delle strade possibili per la mia carriera.”

“Farò del mio meglio per supportare i miei colleghi di Audi nella battaglia al titolo, come ho sempre fatto in passato. Sedici anni di corse in DTM sono un percorso lungo ed estremamente emozionale. Porterò sempre questa serie nel cuore, ma ora seguirò un percorso diverso. Sono sicuro che sarà pieno di successi.”

Al termine del discorso, Timo Scheider è stato raggiunto dai colleghi di Audi Sport, che si sono stretti attorno a lui, mentre i presenti alla conferenza lo salutavano con una standing ovation.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

La gara di domani sarà l’ultima per Timo Scheider, 16 anni in DTM e due campionati vinti con Audi. Il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/10/scheider-hockenheim-15102016.jpg Timo Scheider, addio al DTM dopo l’attuale stagione

DTM