Sesta vittoria in DTM per Wittmann, mentre Tom Blomqvist dietro di lui non riesce a limare la distanza. Edoardo Mortara alla carica sul gradino più basso del podio, in difesa dagli attacchi di Timo Glock.

Le M4 erano sicuramente le auto da battere oggi al Red Bull Ring, nonostante i 2.5kg di zavorra in più rispetto alla concorrenza. Marco Wittmann e Tom Blomqvist, il duo che occupava la prima fila in partenza, ha proseguito così sino alla bandiera a scacchi.

Nonostante il britannico sembrasse leggermente più veloce, non è riuscito a impensierire il campione 2014. In questo modo, un’auto con livrea Red Bull è nuovamente vittoriosa sul tracciato di proprietà del marchio.

A rovinare la festa per BMW è arrivato Edoardo Mortara, che ha avuto la meglio sul collega Adrien Tambay in partenza. L’italiano è rimasto incollato al duo di testa per l’intero evento, pur senza mai avvicinarsi a tal punto da tentare l’attacco. Con questo podio, il pilota di Abt Sportsline è risalito in classifica, portandosi in seconda posizione a sole 3 lunghezze da Paul Di Resta.

A nulla sono valsi i tentativi di Timo Glock di ottenere un podio tutto BMW: al giro di boa il sorpasso su Mortara sembrava ormai cosa fatta, grazie anche al maggior numero di attivazioni DRS che l’ex F1 aveva conservato. le ultime tornate, però, hanno visto Glock indietreggiare e infine tagliare il traguardo a più di 4 secondi dal pilota Audi.

Adrien Tambay, invece, ha perso progressivamente terreno. Superato da Glock in partenza, ha dovuto cedere il passo a Martin Tomczyk e Maxime Martin nella prima manciata di giri, e poi anche a Paul Di Resta che con la sua settima piazza rimane leader della classifica piloti.

Dietro il francese si colloca Augusto Farfus, per un totale di sei BMW nella zona punti. Il brasiliano ha resistito all’attacco finale di Nico Müller, che a due giri dalla fine ha conquistato la coda della top ten a scapito di Robert Wickens.

In quindicesima piazza arriva Maximilian Götz, particolarmente aggressivo verso gli altri piloti ma non altrettanto veloce. Un contatto fra lui e Molina alla ventunesima tornata è stato investigato dai commissari, ma non ha portato alcuna conseguenza.

Un altro imprevisto ha visto come protagonista Mattias Ekström, in testacoda alla prima curva. Lo svedese non ha riportato danni ed ha scalato il gruppo fino al quindicesimo posto, anche se ancora lontano dalla zona punti.

Gli unici due ritiri dell’evento riguardano Christian Vietoris e Daniel Juncadella, i quali si sono scontrati al sesto giro. Lo spagnolo, già lento in partenza, ha riportato un problema alla sospensione che lo ha costretto a parcheggiare la sua C63 sul prato. Questo ha innescato l’unica yellow flag dell’evento, di cui abbiamo già parlato.

Ritornato il via libera, António Félix Da Costa ha superato Tambay sfruttandone l’uscita di pista, ma ha cominciato la manovra troppo presto ed ha pagato con un drive-through. Per il portoghese la gara si è infine conclusa in ventiduesima posizione.

Il DTM scenderà nuovamente in pista domani alle 10:20, in occasione delle prove libere 3.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 1


Stop&Go Communcation

Sesta vittoria in DTM per Wittmann, mentre Tom Blomqvist dietro di lui non riesce a limare la distanza. Edoardo Mortara […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/wittmann-spielberg2-21052016.jpg Spielberg, Gara 1: Vittoria facile per Marco Wittmann

DTM