Manca poco al calcio d’inizio, fissato per il prossimo weekend sul circuito di Hockenheim. Abbiamo un regolamento rivisto, un volto nuovo e tre costruttori assetati di vittorie.

Con l’approdo di Pascal Wehrlein in Formula 1, il DTM è rimasto orfano del suo campione in carica. A sostituirlo è arrivato Esteban Ocon, unico volto nuovo – non esattamente, visto che già lo scorso anno era pilota di riserva – nella line-up 2016.

Fra le auto, Audi e BMW si presentano con un aspetto molto familiare, mentre Mercedes ha cambiato vestito per mantenere la sua C63 DTM in linea con la versione di serie. Proprio questo passaggio ha causato ai tecnici di Stoccarda qualche grattacapo, come ha spiegato ad Autosport il boss della sezione DTM della Stella, Ulrich Fritz.

“Nonostante l’auto sia cambiata visivamente, non ci è stato permesso di migliorare alcun componente aerodinamico al di sotto di quella che viene indicata come design line. La sfida è stata combinare l’aerodinamica della vecchia auto con la forma della nuova.”

BMW, dal canto suo, sta per intraprendere la sua quinta stagione in DTM a partire dal suo ritorno. Questo periodo è stato pieno di successi per il team di Monaco, con due campionati vinti e ben tre titoli costruttori.

In particolare, BMW intraprende il campionato 2016 come costruttore iridato, nonostante i problemi di sviluppo che hanno afflitto le sue vetture nella passata stagione. Per questo motivo i vertici hanno deciso di concedere alle M4 un peso inferiore di 7.5kg, oltre ad un’ala posteriore leggermente più grande.

Per quanto riguarda Audi, la stagione 2015 è stata particolarmente burrascosa, con il campionato costruttori mancato per un soffio nonostante il maggior numero di vittorie. La squadra di Ingolstadt vuole lasciarsi la sfortuna alle spalle, cercando maggiore cooperazione fra i piloti: per questo sono state riviste le scuderie, pur lasciando la line-up invariata.

Il capo della squadra DTM di Audi Sport, Dieter Gass, ha commentato: “Sarà una stagione impegnativa, nella quale non possiamo permetterci di tralasciare alcun dettaglio se vogliamo vincere il titolo.”

“Ci siamo preparati bene e abbiamo avuto quattro giornate di test produttive ad Hockenheim a inizio aprile. Ma sappiamo quanto la concorrenza sia vicina in DTM. Vedremo le prestazioni reali solo sabato in qualifica.”

Il weekend in arrivo porterà anche al debutto le nuove regole in fatto di performance weights e DRS. “Credo che quest’anno gli equilibri non cambieranno così tanto di gara in gara e ci sarà più mescolanza fra i costruttori”, ha spiegato Jamie Green.

L’appuntamento è per domani alle 17:00, quando comincerà la prima sessione di prove libere, dalla durata di trenta minuti. Ne seguiranno altre due, secondo il nuovo formato, prima di ciascuna qualifica sabato e domenica.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Manca poco al calcio d’inizio, fissato per il prossimo weekend sul circuito di Hockenheim. Abbiamo un regolamento rivisto, un volto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/dtm-05052016.jpg Riparte il DTM, le aspettative per il 2016

DTM