Primo evento ufficiale alla guida della RS5 DTM per il ventinovenne tedesco, chiamato a sostituire l’infortunato Adrien Tambay durante la gara 2 a Zandvoort. Tempo in qualifica e passo in gara soddisfacente, preceduti da una sola sessione di libere.

La domenica a Zandvoort ha visto Audi a corto di un pilota, dopo che il team ha deciso di non far correre Adrien Tambay. Il francese, coinvolto in partenza nell’incidente con Maximilian Götz, è rimasto fermo per via precauzionale, dopo che i controlli in ospedale hanno scongiurato la presenza di fratture. Tambay tornerà al volante della sua RS5 durante il weekend al Moscow Raceway, previsto per il weekend 19-21 agosto. Al suo posto, i vertici hanno deciso di convocare René Rast.

“[Sabato] sera ho ricevuto la chiamata, stavamo festeggiando il compleanno della mia ragazza, e alle 21:30 circa mi hanno detto che Adrien potrebbe non essere in grado di guidare”, ha detto il piltoa tedesco alla rivista Touringcartimes. “Sono arrivato in auto dopo aver dormito forse 1 o 2 ore, e sono andato direttamente in pista la mattina.

Rast, pilota ufficiale Audi nelle categorie GT e impegnato da tre anni anche nel WEC, ha condiviso la terza Audi R18 LMP1 nel 2015 con Marco Bonanomi e l’ex DTM Filipe Albuquerque. Scende in campo per la prima volta in DTM con il numero 72, dopo aver effettuato vari test sia per Audi che per BMW.

Il ventinovenne ha concluso le prove libere domenicali a 1.795s dalla vetta, mentre in qualifica è riuscito a strappare la ventiduesima piazza. Il suo passo in gara è stato costante e non così lontano dai suoi più esperti colleghi, risultando anche utile ai fini della strategia di Audi. Completerà la gara in diciannovesima posizione.

“È stata un’ottima esperienza. Mi sono sentito molto a mio agio. La squadra è stata di grande aiuto nel farmi familiarizzare con tutto. Ovviamente, non ci si può aspettare miracoli ma al termine della gara avevo maggior confidenza rispetto all’inizio delle qualifiche. Se il weekend di gara potesse ricominciare ora, arriverei forse in una posizione diversa. È stata un’esperienza che vorrei ripetere.”

“René Rast mi ha colpito ancora una volta”, ha aggiunto Dr. Wolfgang Ullrich. “Questo impegno con così breve anticipo è stato per lui una vera sfida. Ma mi ha impressionato positivamente così come ha fatto negli altri campionati in cui ci siamo serviti di lui. Spero si sia anche divertito.”

L’ultima volta che Audi Sport ha sfruttato un pilota sostituito in DTM fu durante l’appuntamento a Mosca del 2015. Antonio Giovinazzi fu chiamato a rimpiazzare Timo Scheider, quest’ultimo escluso per due gare dopo lo scandalo “Schieb ihn raus”. Resoconti positivi anche per il pilota pugliese, che terminò le due gare in diciannovesima e ventunesima posizione.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Primo evento ufficiale alla guida della RS5 DTM per il ventinovenne tedesco, chiamato a sostituire l’infortunato Adrien Tambay durante la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/07/rast-dtm-28072016.jpg René Rast, buone impressioni per il suo debutto in DTM

DTM