Il pilota Audi raggiunge la seconda vittoria dell’anno sfruttando l’incidente del trio al top Vietoris, Wickens ed Ekstrom. Jamie Green e Paul Di Resta completano il podio.

La partenza si è svolta senza incidenti, così come le prime tornate: considerando la pista breve e stretta, questo è un particolare non di poco conto. Alla partenza, Mattias Ekström si è lanciato all’inseguimento del poleman Christian Vietoris, che è riuscito a difendere nonostante al primo tornate lo svedese sembrasse in vantaggio.

Al settimo passaggio dal via, gli attacchi dello svedese hanno lasciato la porta aperta a Robert Wickens, il quale ha guadagnato la posizione e l’evento sembrava oramai avviato verso una doppietta Mercedes.

Ekström, dal canto suo, non si è dato per vinto ed ha continuato a mettere pressione al duo. Fino al ventesimo giro, quando l’evento era al giro di boa: nuovamente al tornante iniziale, il pilota Abt ha tentato il sorpasso all’interno, frenando in ritardo. La manovra particolarmente aggressiva lo ha portato a scontrarsi con Wickens, per poi tamponare e mandare in testacoda l’incolpevole Vietoris.

Per Wickens la gara finisce immediatamente, Ekström invece si fermerà ai box alla tornata successiva, l’anteriore pesantemente danneggiato. Mentre Vietoris è riuscito a ripartire, l’auto ferma del canadese ha richiesto l’ingresso della safety car. Nelle interviste post gara, Ekström e Wickens si scaricano a vicenda la colpa dell’accaduto, ma lo svedese è al momento sotto investigazione dagli steward.

Poco distante dal trio coinvolto nell’incidente c’era Edoardo Mortara, fortunato nel non rimanere coinvolto. Con una buona partenza si era portato in quarta posizione, per poi ereditare il comando della gara. Jamie Green, lento al via, lo seguiva a breve distanza accompagnato da Paul Di Resta.

L’ex F1 era pronto a sfruttare un’eventuale lotta interna che stava quasi per avvenire, a causa di un piccolo errore di Mortara al penultimo giro. Tuttavia l’italiano aveva un confortevole margine e Green non ha potuto tentare seriamente l’attacco, dunque i due inglesi si fermano al secondo e terzo posto. Con la vittoria di Mortara, Audi è tornata a vincere sul tracciato del Norisring dopo ben quattordici anni.

Bruno Spengler, anche lui lento in partenza, si è trovato senza DRS nei giri finali e non ha potuto difendersi da Marco Wittmann. Per il campione 2014, la quarta piazza è sufficiente a rimanere agganciato alla vetta, ora rappresentata da Mortara che dista appena due punti.

Dietro Wittmann e Spengler, Maxime Martin completa un trio BMW nella top six, tutti punti utili al team di Monaco. C’è anche António Félix da Costa ad aver raggiunto la zona punti, in nona piazza.

La settima posizione va ad Adrien Tambay, un buon risultato considerato che è partito quindicesimo. Prima dell’incidente ha avuto la meglio su Maximilian Götz, il quale con l’ottava piazzaè andato a punti per la seconda volta quest’anno. Chiude la top ten Vietoris, il quale ha perso posizioni a causa dei danni riportati dalla sua auto.

Infine, uno scontro fra Rockenfeller e Müller al giro sei porta il primo in testacoda. Lo svizzero verrà penalizzato con un drive-through, per poi concludere la gara ventunesimo.

Fra i ritirati, infine, va annoverato anche Esteban Ocon per problemi meccanici, mentre Gary Paffett è sotto investigazione per aver superato durante il regime di yellow flag.

Il DTM tornerà domani a cominciare dalla terza e ultima sessione di prove libere, fissata per le 9:00.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 1


Stop&Go Communcation

Il pilota Audi raggiunge la seconda vittoria dell’anno sfruttando l’incidente del trio al top Vietoris, Wickens ed Ekstrom. Jamie Green […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/06/mortara-norisring-25062016.jpg Norisring, Gara 1: Mortara vince, ritiro per Vietoris

DTM