Determinante la scelta di monstare gomme da bagnato o slick, Mercedes si assicura le prime quattro posizioni con Gary Paffett, Robert Wickens, Paul Di Resta e Maximilian Götz.

La prima sessione di qualifiche non ha portato altra pioggia su Mosca, ma le condizioni dell’asfalto hanno reso la scelta delle gomme particolarmente insidiosa, oltre che determinante per il risultato finale.

I primi a entrare in pista hanno montato le coperture da bagnato per saggiare le condizioni del tracciato: mentre venivano accumulati giri di pista, l’asfalto andava asciugandosi nei punti più battuti, lasciando pozze d’acqua sparse.

Le condizioni sono migliorate a tal punto che alcuni hanno tentato l’azzardo. Il primo a fare pausa ai box è stato Daniel Juncadella, che ha deciso di montare le gomme da asciutto. Robert Wickens, invece, ha usato un altro set da bagnato, scelta condivisa da altri che si è poi rivelata vincente.

Gary Paffett, rientrato in pista anche lui con gomme da pioggia, ha cominciato a imporsi con una serie di giri veloci. Il suo compagno di scuderia, la new entry Felix Rosenqvist, si è portato alle sue spalle.

Come di consueto, la battaglia si è accesa ad un minuto dalla fine e la corsa verso la pole del britannico è stata minacciata: prima Maxime Martin, poi i colleghi Maximilian Götz e Robert Wickens hanno momentaneamente superato il pilota ART.

Paffett ha infine conquistato la pole con un ultimo giro in volata, fermando il cronometro a 1m41.443s. È la sua prima pole position del 2016, risultato che gli mancava dal finale ad Hockenheim dello scorso anno. Il suo è stato l’unico tempo al di sotto di 1m42s.

Il già citato Wickens si è aggiudicato la seconda piazza, un’ottima posizione per tentare di riagganciare la testa della classifica. Anche la seconda fila è tutta Mercedes, per un quartetto di C63: nell’ordine troviamo Paul Di Resta e Maximilian Götz.

Apre la terza fila Mattias Ekström, pilota più veloce nella squadra Audi che ha avuto una qualifica al di sotto delle aspettative. Stesso discorso per BMW, il cui miglior rappresentante, Maxime Martin, è in sesta piazza.

Timo Scheider partirà settimo, un buon miglioramento rispetto alle sue ultime performance. Timo Glock lo affiancherà in quarta fila.

Rosenqvist ha concluso la sua prima qualifica in nona piazza, davanti a Jamie Green che chiude la top ten. Non è una qualfica ottimale per l’inglese, principale inseguitore in campionato a sette lunghezze da Wittmann. Due posizioni addietro troviamo Edoardo Mortara, attualmente terzo in classifica a dieci punti da Green.

I tre runner-up nella corsa al campionato hanno buone probabilità di raggiungere o superare il leader Marco Wittmann: il campione 2014 non è andato oltre la ventesima posizione sulla griglia di partenza.

Dopo la qualifica è avvenuto il consueto ricalcolo dei pesi: Mercedes si è vista aggiungere 5kg, raggiungendo addirittura 1132.5kg. Audi e BMW perderanno la stessa quantità: le RS5 segnano 1122.5kg, mentre le m4 rimangono le più leggere con 1110kg.

Giuseppe Poliseno

I risultati delle Qualifiche 1


Stop&Go Communcation

Determinante la scelta di monstare gomme da bagnato o slick, Mercedes si assicura le prime quattro posizioni con Gary Paffett, […]

Mosca, Qualifiche 1: Gary Paffett in pole sul bagnato

DTM