All’ultimo giro, il canadese arriva a rovinare una prima fila tutta BMW. Tom Blomqvist secondo, mentre Audi non va oltre la terza piazza con Jamie Green.

La prima metà dei venti minuti di sessione, in cui i piloti compiono alcuni giri veloci prima di cambiare gomme in vista dello sprint finale, ha consacrato Maxime Martin come poleman provvisorio. Il belga è rimasto in vetta fino allo scadere del tempo, migliorando anche sul suo risultato.

L’ultimo giro sembrava consegnare un 1-2 a BMW, quando Tom Blomqvist ha superato il collega per aggiudicarsi quella che sembrava essere la seconda pole della sua carriera. Pochi istanti dopo Robert Wickens ha attraversato il traguardo con un tempo di 1m16.299s, migliorando di appena 0.024s il tempo del giovane britannico. Per il pilota Mercedes è un’ottima base su cui migliorare il secondo posto di ieri, dopo un weekend ad Hockenheim non proprio favorevole.

“Questa qualifica è stata faticosa e stressante, ho dovuto lottare molto”, ha commentato il canadese. “Ho fatto un errore al mio primo giro, ed al secondo ho trovato molto traffico in pista: le BMW di fronte a me avevano una strategia diverse. Ho potuto compiere un giro veloce solo alla fine. Ma la macchina era molto veloce, così è stato sufficiente per la pole. Sono rimasto un po’ sorpreso.”

Audi, invece, ancora non riesce a brillare durante le qualifiche. Il miglior piazzamento è quello di Jamie Green, terzo grazie alla volata conclusiva. Lo affiancherà nella seconda fila il connazionale Gary Paffett, anche lui uno dei protagonisti di questa sessione.

Martin è stato così affossato alla quinta posizione in griglia, dove si troverà appaiato a René Rast. Il tedesco, che al via ha effettuato un solo giro di installazione prima di rientrare nella pit lane, è riuscito a ricollegarsi al gruppo di testa dopo essere sprofondato in penultima piazza.

I numerosi tentativi di Mattias Ekström non hanno avuto il risultato cercato: lo svedese partirà ottavo, preceduto dal collega in Abt Nico Müller. La quinta fila vede poi appaiate due BMW del team RMG, con Augusto Farfus ed il campione in carica Marco Wittmann in leggero miglioramento.

Rispetto a ieri, anche Bruno Spengler ha fatto un passo avanti con il suo dodicesimo posto sulla griglia. Davanti a lui Mike Rockenfeller, appena fuori dalla top ten aver sofferto qualche problema meccanico alla sua RS5 durante le prove libere di questa mattina.

Abbastanza deludente la performance del vincitore di ieri, e attuale leader di classifica, Lucas Auer. L’austriaco si è trovato a litigare col setup della sua vettura, costretto anche a sfruttare una via di fuga durante uno dei suoi giri veloci. È stato fortunatamente un fuori pista senza conseguenze, ma che ha impedito al pilota classe 1992 di andare oltre la quindicesima piazza.

Infine, Edoardo Mortara continua a non avere mordente in qualifica: fresco di passaggio a Mercedes, l’italiano è addirittura ultimo, l’unico pilota a non esser sceso sotto 1m17s.

La gara 2 al Lausitzring avrà inizio alle 15:15. Il ricalcolo dei pesi non ha portato modifiche, considerando i tempi molto vicini dei piloti in testa: lo scarto fra i migliori giri teorici dei tre costruttori era inferiore allo 0.1%.

Giuseppe Poliseno

I risultati delle Qualifiche 2


Stop&Go Communcation

All’ultimo giro, il canadese arriva a rovinare una prima fila tutta BMW. Tom Blomqvist secondo, mentre Audi non va oltre […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/05/wickens-lausitzring-21052017.jpg Lausitzring, Qualifiche 2: Wickens strappa la pole a BMW

DTM