BMW festeggia il nuovo campione a due gare dal termine, mentre le Mercedes danno prova di forza. Weekend perfetto per Wehrlein, il più giovane pilota ad aver vinto una gara in DTM, mentre Audi continua a deludere.

Un andamento esemplare, quello mostrato da Mercedes all’Euro Speedway Lausitz. Su una pista bagnata che stentava ad asciugarsi fino ai minuti finali, Pascal Wehrlein ha trasformato la pole di ieri nella sua prima vittoria. Praticamente in vetta per l’intera gara, il tedesco classe 1994 è il più giovane pilota ad aver vinto un evento del DTM.

Christian Vietoris si è portato sino al secondo posto dopo essere partito undicesimo, sfruttando la confusione iniziale. Ha mantenuto salda questa posizone, nonostante gli attacchi di Timo Scheider nelle ultime due tornate. Il pilota Audi è arrivato a rovinare quello che poteva essere un podio tutto Mercedes, se non fosse stato per il drive-through imposto a Daniel Juncadella, quarto a fine gara.

Robert Wickens completa il quartetto di C-Coupé nelle prime cinque posizioni, e anticipa le tre BMW che si sono fatte strada nella top ten. In sesta posizione abbiamo Marco Wittmann, per lungo tempo duellante con Mike Rockenfeller: considerata la disfatta dei suoi diretti avversari, è lui il campione del 2014, incoronato a ben due gare dalla conclusione.

La quarta fila è aperta da Augusto Farfus, anche lui in lotta con Rockenfeller, decimo. Fra i due si collocano, in quest’ordine, Martin Tomczyk e Miguel Molina.

Le vicende di Audi meritano un discorso a parte, nuovamente in senso negativo. Il grande desiderio di riscossa è servito a ben poco, nonostante gli enormi sforzi di Timo Scheider. Lampante è il caso di Mattias Ekstrom: per lo svedese la gara si è conclusa dopo il pit stop, quando il dado della ruota anteriore sinistra non è stato serrato a dovere, causandone il ritiro.

Ancora una volta, Jamie Green è stato protagonista di numerosi contatti. Durante il giro 24 ha tamponato Martin Tomczyk per aver frenato troppo tardi, errore che gli è costato un drive-through. Un altro scontro è avvenuto con il compagno di squadra Adrien Tambay: entrambi non sono riusciti a concludere la gara per i danni riportati.

Altro pilota Audi che matematicamente era ancora in lotta per il titolo, Edoardo Mortara, è rimasto nelle retrovie per una scelta sbagliata delle gomme. Ha concluso la gara sedicesimo, ultimo fra coloro che hanno raggiunto il traguardo.

Joey Hand, undicesimo, ha perso l’opportunità di arrivare alla zona punti per un testacoda al giro 42, causato da Rockenfeller. Dietro di lui, Vitaly Petrov ha raggiunto il miglior risultato della sua carriera in DTM, forte del rinnovato vigore della sua C-Coupé. Un paio di errori gli hanno impedito di migliorare ancora il suo piazzamento.

Abbiamo visto, infine, un’ottima gara anche da parte di Paul Di Resta. In lotta con Wittmann per la sesta posizone, è finito nell’erba ed ha irrimediabilmente danneggiato il sistema di raffreddamento della sua auto. Nel corso della trentottesima tornata, dunque, è stato costretto al ritiro.

Lausitzring, gara:
1 Pascal Wehrlein – Mercedes AMG C-Coupè DTM – 52 giri
2 Christian Vietoris – Mercedes AMG C-Coupè DTM – +15.418s
3 Timo Scheider – Audi RS5 DTM – +15.681s
4 Daniel Juncadella – Mercedes AMG C-Coupè DTM – +18.024s
5 Robert Wickens – Mercedes AMG C-Coupè DTM – +32.677s
6 Marco Wittmann – BMW M4 DTM – +48.435s
7 Augusto Farfus – BMW M4 DTM – +1m 02.380s
8 Martin Tomczyk – BMW M4 DTM – +1m 07.705s
9 Miguel Molina – Audi RS5 DTM – +1m 08.719s
10 Mike Rockenfeller – Audi RS5 DTM – +1m 13.480s
11 Joey Hand – BMW M4 DTM – +1m 14.734s
12 Vitaly Petrov – Mercedes AMG C-Coupè DTM – +1m 19.199s
13 Gary Paffett – Mercedes AMG C-Coupè DTM – +1 giro
14 Maxime Martin – BMW M4 DTM – +1 giro
15 Bruno Spengler – BMW M4 DTM – +2 giri
16 Edoardo Mortara – Audi RS5 DTM – +2 giri
17 Jamie Green – Audi RS5 DTM – +4 giri
18 Adrien Tambay – Audi RS5 DTM – +11 giri

Non classificati:
Paul Di Resta – Mercedes AMG C-Coupè DTM – +14 giri
Mattias Ekstrom – Audi RS5 DTM – +26 giri
Timo Glock – BMW M4 DTM – +33 giri
Nico Muller – Audi RS5 DTM – +38 giri
Antonio Felix da Costa – BMW M4 DTM – +46 giri

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

BMW festeggia il nuovo campione a due gare dal termine, mentre le Mercedes danno prova di forza. Weekend perfetto per […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/wittmann-lausitzring-14092014.jpg Lausitzring, gara: Mercedes 1-2, Wittmann campione

DTM