Seconda vittoria stagionale anche per il britannico, il quale ha atteso il momento giusto per superare il poleman Robert Wickens. Anche Mattias Ekström passa il canadese, in gran rimonta grazie ad una tattica estremadegli pneumatici.

La squadra di Ingolstadt compensa la scarsa incisività in qualifica con una gestione magistrale delle gomme, quasi dal sapore endurance. È la tattica che hanno usato Mattias Ekström e Mike Rockenfeller, i quali hanno servito assieme il pit stop obbligatorio addirittura al giro inaugurale. Ironicamente, il tedesco ha rischiato un unsafe release nei confronti del collega, rimasto senza conseguenze.

Tornando alla cima della griglia, il poleman Robert Wickens ha mantenuto il comando per lungo tempo, non dovendosi preoccupare del secondo qualificato Tom Blomqvist. Questo perchè il pilota BMW ha perso posizioni quasi subito, superato da Jamie Green senza particolari difficoltà. In realtà, il figlio d’arte classe 1993 è stato messo fuori gioco da uno stop&go di 5 secondi, pagato in occasione della sua sosta per aver anticipato la partenza.

Raggiunta la piazza d’onore, Green ha pazientemente aspettato di essere abbastanza vicino a Wickens, fermandosi anche un giro dopo di lui per montare le nuove coperture. Alla trentunesima tornata, il pilota Audi ha raggiunto il comando della gara, lasciando velocemente il rivale al di fuori della zona DRS.

Grazie alla sosta largamente anticipata, Ekström era risalito fino alla terza piazza, seguito a breve distanza da Gary Paffett. Dopo altri sette passaggi, la doppietta Audi è concretizzata quando lo svedese ha superato Wickens, quest’ultimo più lento nonostante pneumatici nettamente più freschi.

Le posizioni di testa sono rimaste così fino alla bandiera a scacchi, senza che Paffett potesse tentare una manovra sul compagno di scuderia in affanno. In realtà, la RS5 di Ekström è andata in panne proprio dopo aver attraversato il traguardo, ed è stata trainata al parc fermé.

Troppo distante dal duo Mercedes, Mike Rockenfeller ha chiuso l’evento in quinta piazza. Assieme a lui Nico Müller, che ha compiuto oggi la sua cinquantesima gara in DTM, e René Rast formano un altro terzetto Audi nella zona punti. A tre giri dal termine, quest’ultimo ha ottenuto la posizione proprio da Maxime Martin, compiendo una manovra del tutto simile a quella che gli ha conferito il podio ieri.

Il belga, ottavo, rappresenta il miglior risultato di una deludente BMW. Con Marco Wittmann alle sue spalle, sono solo due gli esponenti del brand di Monaco ad aver accumulato punti in gara. Il campione in carica si è difeso strenuamente dagli attacchi di Lucas Auer, ricevendo anche un warning per una manovra al limite del consentito.

Il leader di classifica ha giocato d’anticipo con la sua sosta per cercare di recuperare posizioni. È arrivato in coda alla top ten grazie ad un’eccellente partenza, tuttavia è stato rallentato diverse volte: oltre a Wittmann, la battaglia iniziale con Augusto Farfus gli è costata secondi preziosi. Il brasiliano ha alla fine perso terreno, scendendo fino alla quattordicesima piazza.

Edo Mortara ha raggiunto la bandiera a scacchi appena fuori dalla zona punti, a circa 6 secondi dal compagno di scuderia. Il già citato Blomqvist è finito diciassettesimo, davanti a Loïc Duval che chiude il gruppo.

Concluso il secondo weekend del DTM 2017, Lucas Auer è ancora leader di classifica, ma il suo vantaggio è ridotto rispetto a ieri. Green è tornato ad essere il principale runner up, con 53 punti all’attivo (16 meno dell’austriaco).

Gary Paffett e Mike Rockenfeller non sono molto distanti, entrambi a punti in ogni gara di questo campionato. I piloti BMW sono quelli che hanno perso marggiormente terreno: il migliore è Timo Glock, ottavo nella corsa al titolo a 25 lunghezze. Con il secondo posto in qualifica oggi, Tom Blomqvist ha raccolto i primi punti del 2017, mentre ne sono ancora a secco Augusto Farfus ed il rookie Loïc Duval.

Il DTM prende ora una pausa di quattro settimane fino al weekend 16-18 giugno, durante il quale farà tappa all’Hungaroring di Budapest.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 2


Stop&Go Communcation

Seconda vittoria stagionale anche per il britannico, il quale ha atteso il momento giusto per superare il poleman Robert Wickens. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/05/green-lausitzring2-21052017.jpg Lausitzring, Gara 2: Il raddoppio di Jamie Green

DTM