Vietate quasi del tutto le comunicazioni radio in gara, punti assegnati in qualifica e ripartenze a doppia fila: ecco gli ultimi cambiamenti al regolamento sportivo del DTM, a pochi giorni dall’inizio del campionato 2017.

Ulteriori novità attendono il DTM, all’apparenza piccole ma in grado di scuotere le abitudini di team e piloti. Sono le prime misure adottate da Gerhard Berger, nuovo condottiero della categoria succeduto allo storico Hans Werner Aufrecht. “Nel DTM, vogliamo mettere lo sport al centro dell’attenzione”, ha commentato l’austriaco. “Abbiamo un gruppo di piloti straordinario e molto forte, i fans vogliono vedere le loro performance in gara.”

Il primo passo per mettere in risalto le abilità dei piloti è vietare le comunicazioni via radio in gara. I box potranno parlare direttamente col pilota solo in particolari condizioni: quando l’auto è nella pit lane, oppure in fase di bandiera gialla o safety car. In queste ultime circostanze, tuttavia, sono permesse solo istruzioni relative alla sicurezza.

Per tutto il resto della gara, le iterazioni saranno permesse solo tramite pit board, il classico cartello esposto dai box ai margini del rettilineo principale. In questo modo avremo un deciso taglio agli ordini di scuderia, e il pilota dovrà agire in maniera molto più autonoma, senza essere a conoscenza di quanto accade nell’intero tracciato.

Tornando alla safety car, le ripartenze saranno a doppia fila, tattica utilizzata fino a qualche tempo fa in IndyCar e impiegata attualmente nella NASCAR. A ciò si aggiunge un ridotto uso del DRS, limitato a 12 giri per un totale di 36 attivazioni. Non cambiano le condizioni di funzionamento: al passaggio dal via, il gap dal pilota precedente deve essere al massimo un secondo.

Rinnovata importanza arriva anche alle qualifiche: se la loro struttura è rimasta invariata, d’ora in poi verranno ricompensati i tre migliori piazzamenti. Il poleman guadagnerà 3 punti, portando a 28 lunghezze il massimo che può essere totalizzato in una giornata. All’autore del secondo miglior tempo andranno due punti, infine uno solo al terzo classificato.

Il complicato sistema di zavorre è stato affinato, pur mantenendo inalterata la logica di funzionamento. Il peso base è salito a 1125kg per tutti – a differenza dello scorso anno, in cui a BMW fu data una concessione di 7,5kg. Calcolati partendo dai risultati in qualifica, i pesi avranno step di 2,5kg, valore identico a quello del 2016. 15kg è la zavorra massima che può essere aggiunta, mentre potranno essere rimossi fino a 30kg.

Manca poco per osservare queste nuove regole in azione: il campionato prenderà il via ad Hockenheim fra 5 giorni, mentre venerdì alle 17:00 è fissata la prima sessione di prove libere.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Vietate quasi del tutto le comunicazioni radio in gara, punti assegnati in qualifica e ripartenze a doppia fila: ecco gli […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/05/dtm-01052017.jpg Il DTM finalizza il regolamento 2017

DTM