Nel suo ultimo weekend in DTM, il portoghese si aggiudica anche la seconda pole position, mettendosi alle spalle Gary Paffett e Tom Blomqvist. Marco Wittmann è quinto, davanti ad Edoardo Mortara nuovamente afflitto da problemi.

António Félix da Costa sfoggia ancora una volta la sua competitività, segno che la sua decisione di lasciare in DTM non è dovuta alla mancanza di prestazioni. Il portoghese replica le qualifiche di ieri con una nuova pole position, migliorando nelle fasi finali il risultato di Gary Paffett.

Mercedes, come anticipato dalle prove libere, era in gran spolvero dopo la debacle della gara 1. Dopo il veterano di ART Gran Prix, si qualificano i piloti BMW Tom Blomqvist e Maxime Martin, mentre sulla terza fila sono puntati tutti i riflettori.

La quinta piazza spetta a Marco Wittmann, il quale ha buone speranze per il suo secondo titolo iridato grazie ai compagni di squadra davanti a lui. L’unico inseguitore Edoardo Mortara, che partirà al suo fianco, è stato ancora colpito dalla sfortuna.

L’italiano, a cui sarebbe servita una giornata sensazionale per colmare il notevole gap di 17 punti, ha sofferto altre noie meccaniche sulla sua RS5. Dopo un primo giro nel quale è finito lungo un paio di volte, Mortara è tornato ai box dove i meccanici hanno lavorato a ritmo serrato sullo sterzo della vettura.

Il pilota Abt è tornato in pista quando mancavano otto minuti al termine, per testare le riparazioni e rientrare subito a cambiare gli pneumatici. Ha avuto a disposizione solo due giri in volata: il primo lo ha portato momentaneamente in terza piazza davanti a Wittmann. Il duo è poi sceso per i tardivi miglioramenti degli altri piloti. L’ultimo tentativo dell’italiano non ha portato altri risultati, mentre il campione 2014 è riuscito a portarsi davanti al rivale.

Se Wittmann può contare sull’aiuto degli altri piloti BMW, Mortara è invece solo: l’Audi più vicina è quella di Jamie Green, decima in griglia. Posizione tutt’altro che ideale per il brand di Ingolstadt, che pure appariva dominante durante le prove libere.

Dietro i duellanti al titolo iridato troviamo Robert Wickens, che fino a qualche gara fa rappresentava la migliore speranza di Mercedes nel replicare i successi dello scorso anno. Seguono Timo Glock e Christian Vietoris, mentre il già citato Green completa la top ten.

A seguito delle qualifiche, BMW e Mercedes vedono la propria zavorra aumentare di 5kg. Le C63 tornano ad essere le più pesanti del lotto a 1125kg, mentre le M4 si collocano nel mezzo, fermando la bilancia a 1122.5kg. Per gli scarsi risultati in qualifica, le RS5 perderanno invece 5kg: ora sono le più leggere, 1120kg all’attivo.

L’ultima gara del campionato 2016 avrà inizio alle 15:18. La durata prevista è di 60 minuti più un giro, con cambio gomme obbligatorio.

Giuseppe Poliseno

I risultati delle Qualifiche 2


Stop&Go Communcation

Nel suo ultimo weekend in DTM, il portoghese si aggiudica anche la seconda pole position, mettendosi alle spalle Gary Paffett […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/10/da-costa-hockenheim-16102016.jpg Hockenheim, Qualifiche 2: Da Costa nuovamente in pole

DTM