Prima conferenza stampa dell’austriaco in qualità di capo di ITR. L’ex pilota F1 sottolinea il focus su Europa e in particolare Germania: il DTM non deve correre lontano dai suoi fans.

Con il termine delle quattro giornate di test ad Hockenheim, il DTM ha tenuto il consueto incontro con la stampa, in vista dell’ inizio della stagione 2017. Il media day dello scorso giovedì aveva un aspetto particolare, poiché è stata la prima apparizione ufficiale di Gerhard Berger dopo aver preso le redini della categoria tramite l’ente regolatore ITR.

“Mi è sempre piaciuto guardare il DTM, specie negli ultimi anni a causa di mio nipote, Lucas Auer”, ha esordito il successore di Hans Werner Aufrecht. “Nelle ultime due settimane ho guardato le cose più da vicino, È davvero presto per trarre conclusioni.”

“Credo che il DTM abbia preso molte ottime decisioni in passato, come l’attuale format del weekend di gara. Ovviamente, ci sono molti aspetti ancora da studiare. Lavoreremo con i tre costruttori e con Florian [Zitzlsperger, vicepresidente di ITR], osserveremo tutto con attenzione prima di fare proposte.”

“Se rafforziamo ulteriormente la piattaforma DTM, sono convinto che potremmo interessare altri costruttori. Al momento però non esistono discussioni concrete. Diciotto vetture sono accettabili, ma per me è il limite minimo. In futuro vorrei nuovamente più piloti, tuttavia penso che il campionato sarà molto emozionante grazie al nuovo regolamento.”

Guardando al futuro, l’ex ferrarista si è dimostrato perplesso sulla ricerca di trasferte in altri continenti: “Il DTM è a casa in Germania e nei Paesi vicini, non credo che debba gareggiare in Sud America o in Asia, lontano dai suoi fans. Piuttosto, è importante la ricerca di un sensato regolamento globale. C’è già una categoria in Giappone che condivide la visione futura del DTM, e pensiamo ciò possa essere implementato anche in America.”

Infine, abbiamo un’ulteriore novità per la stagione alle porte: ciascun costruttore renderà un garage visitabile, permettendo di osservare da vicino le operazioni dei meccanici. Questo si alle pit walk di sabato e domenica mattina, in cui i visitatori possono assistere alle prove di pit-stop.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Prima conferenza stampa dell’austriaco in qualità di capo di ITR. L’ex pilota F1 sottolinea il focus su Europa e in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/04/dtm-08042017.jpg Gerhard Berger: “Il DTM è di casa in Germania”

DTM