Le Audi hanno finalmente concretizzato il dominio dimostrato nelle prove delle ultime 2 gare piazzando 4 macchine ai primi posti della classifica finale del settimo appuntamento della serie a Zandvoort.

Al termine di una gara resa poco comprensibile dalle diverse tattiche perseguite dai teams, Martin Tomczyk ha preceduto sul traguardo Alexandre Premat, Mattias Ekström e il poleman Timo Scheider, ma veniamo alla cronaca.

 

Sotto un cielo fortemente coperto si schierano le vetture con l’eccezione dell’Audi di Vanina Ickx, che non può essere riparata per la corsa dopo il crash occorsole ieri durante le prove ufficiali, e la Mercedes di Daniel La Rosa, che viene portata in pit lane ma non prenderà il via alla corsa.

 

Al via scatta male dalla pole Scheider che nell’allungo che porta alla prima curva si fa sopravanzare dal leader del DTM Ekström. A seguire Tomczyk, Prémat, Rockenfeller e Spengler primo delle Mercedes, seguito da Abt.

Lo scozzese Paul Di Resta viene toccato da Kristensen, autore di una pessima partenza, e vola fuori alla Tarzan. Ripartirà ultimo mentre anche il danese perderà qualche posizione.

 

Dopo soli 8 giri iniziano i primi pit stop. Abt supera Spengler, che per tutto il week-end si è dimostrato il più combattivo dei piloti di Stoccarda, in corsia box con una manovra non proprio regolare, senza comunque attirarsi sanzioni da parte dei commissari di gara, che gli attribuiscono solamente un warning, mentre Mika Hakkinen ne approfitta per passare Paffett.

Anche i piloti Audi di testa, sperando nel tardare del maltempo, che infine si manifesterà solamente con sporadiche gocce di pioggia, ne approfittano e effettuano la prima sosta.

Purtroppo solito pasticcio ai box Audi e Ekström perde qualche secondo, che alla fine risulterà prezioso, per problemi alla posteriore destra, e rientra dietro al compagno di team Scheider.

 

Prémat al 12° giro effettua addirittura anche il secondo pit, forse memore della tattica vincente del finlandese della Mercedes due settimane prima al Mugello.

Rimangono fuori per lungo tempo senza effettuare soste Jamie Greeen, Mathias Lauda e Susie Stoddart, che capeggiano la classifica provvisoria, il primo probabilmente per ritardare il più possibile il pit in attesa di quella pioggia che non cadrà mai, mentre anche gli altri piloti di testa via via si fermano per la seconda volta ai box.

 

A metà gara la situazione è la seguente: Lauda, Stoddart (entrambi a 0 soste), Green, Kristensen (entrambi 1 sosta), Tomczyk, Prémat (2 soste).

Ennesimo momento duro per Tom Kristensen quando, appena uscito dal 2° pit, si tocca con Bernd Schneider. Il tedesco perde lo specchietto della sua C-Klasse, ma entrambi comunque proseguono per il momento. Il danese si fermerà poco dopo "vendicato" da Jamie Green.

 

Finalmente al 21° giro anche Lauda si ferma per il primo pit e rientra solo 15esimo. Poco dopo rientra anche la Stoddart ma la sua corsa sarà ulteriormente rallentata da problemi di avvitamento al mozzo della posteriore sinistra.

Al 23° giro anche Green, momentaneo capolista, si ferma per il 2° e ultimo stop ma l’esiguo vantaggio accumulato gli permetterà di rientrare solamente 13esimo. Poco dopo riuscirà a passare di forza Schneider, danneggiando solo marginalmente le vetture.

A 10 giri dalla fine si sono delineate 2 coppie, Tomczyk e Prémat, separati da soli 8 decimi, e Spengler e Scheider a 5.6 secondi, quindi il veterano Abt a circa 11” precede il gruppone degli inseguitori con Hakkinen, Ekström, Margaritis e Paffett.

 

Eccitantissima la fase finale così quanto confuse erano state le fasi precedenti della corsa: Prémat si fa sotto con la sua vettura 2006 e alla fine passa Tomczyk, conquistando la testa, mentre Abt fa passare il proprio pilota Ekström al 5° posto per fargli guadagnare un punto in più in classifica.

Anche i tentativi di Scheider di passare l’ultimo alfiere Mercedes delle posizioni di vertice, Spengler, vanno a compimento e si delinea un podio tutto Audi. Spengler, in evidente crisi, verrà poi passato anche da Ekström.

Così fino alla bandiera a scacchi, dove, con un inaspettato doppio colpo di scena, il francese cede quella che sarebbe stata la sua prima vittoria a Martin Tomczyk e lo stesso fa Timo Scheider con Mattias Ekström. A seguire Spengler, Abt, Hakkinen e Margaritis.

 

Così facendo i 2 alfieri del team Abt si ritrovano primo e secondo il classifica generale quando mancano ancora 3 appuntamenti al termine della serie, allungando su Spengler che sorpassa in classifica Schneider, il cui divario dalla vetta sprofonda ora da 6,5 a 12,5 punti.

Prossimo appuntamento al Nurburgring il 2 settembre.

 

Piero Lonardo

 

L'ordine d'arrivo:

Martin Tomczyk (GER) Red Bull Audi A4 DTM 07 38 giri in 1:02:31.668

Alexandre Premat (FRA) Audi Bank Audi A4 DTM 06 a 00.297

Mattias Ekström (SWE) Red Bull Audi A4 DTM 07 a 02.036

4 Timo Scheider (GER) GW Plus/Top Service Audi A4 DTM 07 a 02.413

5 Bruno Spengler (CAN) DaimlerChrysler Bank AMG Mercedes C-Klasse 07 a 02.994

6 Christian Abt (GER) Playboy Audi A4 DTM 06 a 04.969

7 Mika Häkkinen (FIN) AMG Mercedes C-Klasse 07 a 05.748

8 Alexandros Margaritis (GRE) stern AMG Mercedes C-Klasse 06 a 06.929

9 Gary Paffett (GBR) Laureus AMG Mercedes C-Klasse 06 a 07.882

10 Mike Rockenfeller (GER) S line Audi A4 DTM 06 a 08.914

11 Jamie Green (GBR) Salzgitter AMG Mercedes C-Klasse 07 a 10.536

12 Bernd Schneider (GER) Original-Teile AMG Mercedes C-Klasse 07 a 11.805

13 Markus Winkelhock (GER) Audi A4 DTM 05 a 13.279

14 Paul Di Resta (GBR) JAWA4U.de AMG Mercedes C-Klasse 05 a 13.758

15 Mathias Lauda (AUT) Trilux AMG Mercedes C-Klasse 06 a 29.626

16 Lucas Luhr (GER) Philips Audi A4 DTM 06 a 41.986

17 Susie Stoddart (GBR) TV Spielfilm AMG Mercedes C-Klasse 05 a 1 lap

18 Tom Kristensen (DEN) Siemens Audi A4 DTM 07 a 5 laps

 

La classifica del campionato:

1 Mattias Ekström / SWE 38

2 Martin Tomczyk / GER 30

3 Bruno Spengler / CAN 26

4 Bernd Schneider / GER 25.5

5 Mika Häkkinen / FIN 22

6 Paul Di Resta / GBR 22

7 Gary Paffett / GBR 16.5

8 Alexandre Premat / FRA 13

9 Timo Scheider / GER 12

10 Jamie Green / GBR 10.5

11 Daniel La Rosa / GER 10

12 Mike Rockenfeller / GER 9

13 Alexandros Margaritis / GRE 9

14 Tom Kristensen / DEN 5

15 Christian Abt / GER 4

16 Mathias Lauda / AUT 1


Stop&Go Communcation

Le Audi hanno finalmente concretizzato il dominio dimostrato nelle prove delle ultime 2 gare piazzando 4 macchine ai primi posti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/dtm_2007-07-29-038-copia.jpg DTM

DTM