Il veterano britannico celebra la terza vittoria stagionale, mantenendo il comando dalla pole position. Continua il dominio della Stella: bloccate la prime quattro posizioni.

Il campione 2005 ha fatto buon uso della partenza dalla prima piazzola, contendo al via gli attacchi del collega Pascal Wehrlein: per il resto dell’evento, Paffett non si è lasciato impensierire da nulla, mantenendo – almeno nominalmente, finché l’intero gruppo non ha servito la sosta d’ordinanza – il comando della gara sino alla bandiera a scacchi.

Per la terza volta durante questa stagione, Gary Paffett è salito dunque sul gradino più alto del podio. Si tratta della vittoria numero 23 nella sua lunga carriera in DTM – un risultato pari a quello del rivale e amico Mattias Ekström.

Gli unici a impensierire l’ex tester McLaren sono stati i suoi colleghi: Wehrlein ha dovuto abbandonare la lotta per il comando all’ottavo passaggio, a causa di un pit stop decisamente lungo, il quale non lo ha tuttavia allontanato dal gruppetto di testa.

La debacle dell’ex pilota Sauber ha favorito Paul Di Resta, il quale ha cambiato gomme due giri prima: Wehrlein è riemerso alle spalle dello scozzese, servendogli quello che sarebbe diventato poi il gradino intermedio del podio.

Sin dal semaforo verde, Robin Frijns è apparso decisamente aggressivo, determinato a conquistare un buon risultato sul suo tracciato di casa. Dalla settima piazza, l’olandese ha scavalcato in breve tempo le BMW di Marco Wittmann e Timo Glock, avvicinandosi minacciosamente al gruppetto di C63.

Dopo un breve assedio su Lucas Auer, Frijns è entrato nella pit lane alla quinta tornata, per poi tornare in pista alle spalle del collega in Abt, Nico Müller. Proprio il pilota svizzero ha plasmato l’andamento dell’intera gara, urtando le barriere attorno a metà gara. Il motivo è da ricercare in una foratura della gomma anteriore sinistra, mentre Müller è uscito dall’abitacolo senza alcun danno.

La rimozione della RS5 dalla stretta via di fuga ha richiesto un periodo di safety car molto lungo: le bandiere gialle sono state ritirate con poco più di 11 minuti di gara all’attivo.

Tutto ciò ha smontato la tattica di René Rast, il quale ha deciso di rimandare il più possibile il suo pit stop. Il campione in carica stava segnando giri decisamente veloci, nonostante l’usura dei suoi pneumatici: sembrava destinato ad un risultato di tutto rispetto.

L’alfiere Audi, tuttavia, ha curiosamente scelto di non fermarsi all’arrivo della safety car, servendo la sua sosta solo al penultimo passaggio – e comandando il gruppo al momento della ripartenza, avvenuta nuovamente in stile Indy. Per questo Rash ha tagliato il traguardo diciassettesimo, in ultima piazza considerando il ritiro del collega Müller.

Il rientro della safety car è stato cruciale per l’ultimo gradino del podio: al via Wehrlein è stato superato anche dal già citato Auer, mentre è riuscito a difendersi da Frijns che sfruttava gli ultimi giri per un ultimo attacco – concludendo così il quartetto di Mercedes al comando.

Il pilota olandese ha invece terminato la prima visita al tracciato di casa con un brillante quinto posto, guadagnando due posizioni rispetto alla qualifica. Il nuovo acquisto Audi doveva anche guardarsi le spalle da un’armata BMW: Timo Glock e Marco Wittmann hanno tagliato il traguardo in sesta e settima posizione, davanti ai colleghi Augusto Farfus e Joel Erikkson.

Il rookie svedese ha avuto la meglio su Jamie Green negli ultimi minuti, relegando il pilota del team Rosberg all’ultimo posto della zona punti. Il britannico ha comunque messo a segno una buona rimonta, dopo la sua partenza dalla penultima piazza.

Lo stesso non si può dire per Edoardo Mortara, tredicesimo e totalmente a secco di punti. L’italiano ha perso in un sol colpo tre posizioni nella corsa al titolo iridato, scavalcato dal collega Di Resta e dai rivali Glock e Wittmann. Paffett, intanto, arriva a quota 127 punti, 21 in più del connazionale.

Il prossimo appuntamento con il DTM è fissato per domattina alle 9:20, con la terza ed ultima sessione di prove libere.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 1


Stop&Go Communcation

Il veterano britannico celebra la terza vittoria stagionale, mantenendo il comando dalla pole position. Continua il dominio della Stella: bloccate […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/07/paffett-zandvoort2-14072018.jpg DTM – Zandvoort, Gara 1: Gary Paffett vince ancora e allunga in campionato

DTM