Ultima tappa sul circuito tedesco prima che chiuda alle competizioni: i team di Audi, BMW e Mercedes hanno ultimato le consuete tre giornate di test per giovani piloti, in vista della stagione 2018.

Ad oggi abbiamo solo una posizione libera confermata per la stagione 2018, a seguito dell’addio al DTM annunciato da Robert Wickens con un anno di anticipo rispetto al suo costruttore, Mercedes. Eppure le tre giornate di test per giovani talenti, svoltesi al Lausitzring da martedì 24 a giovedì 26 ottobre, sono state particolarmente affollate.

Il circuito merita una menzione a parte: acquistato da DEKRA, l’EuroSpeedway sarà fra qualche giorno definitivamente chiuso al motorsport. Il DTM ha voluto così salutare questa storica pista, tappa fissa per la categoria.

Tornando ai giorni di prova della scorsa settimana, i primi dopo la chiusura della stagione 2017, il gruppo di Audi è stato decisamente quello più nutrito. Sei nuovi nomi hanno potuto testare la RS5 DTM, comparando i propri tempi al giro con quelli del titolare Nico Müller.

Per cominciare, Nyck De Vries è tornato al volante della vettura di Ingolstadt. Pilota junior di McLaren, l’olandese fu nominato come riserva Audi al Moscow Raceway, pronto a sostituire Mike Rockenfeller il quale era ancora in fase di recupero dopo l’infortunio al Norisring. De Vries, campione iridato CIK-FIA e WSK Euro Series, è uno dei principali candidati ad entrare nella squadra guidata da Dieter Gass.

Anche Alex Palou non è un debuttante in DTM: attualmente impegnato in Formula Renault 3.5 ed in Formula 2, lo spagnolo ha già provato la RS5 a Jerez tre anni fa.

Dalla serie GT del Blancpain arriva Dries Vanthoor, arruolato dal team WRT e fratello di Laurens Vanthoor passato recentemente a Porsche. Abbiamo poi il sudafricano Jonathan Aberdein, proveniente dalla Formula 4, e Yann Ehrlacher. Il francese classe 1996, nipote del quattro volte campione WTCC Yvan Muller, ha recentemente debuttato in maniera brillante nella serie turismo.

Dalle fila Formula 3, infine, Audi ha chiamato Ferdinand Habsburg. Da tale campionato viene anche Maximilian Günther, legato a Mercedes tramite Prema Powerteam. Già tester e riserva per la scuderia della Stella, il ventenne tedesco ha potuto compiere i primi passi con una vettura DTM nella pioggia, dopo la sua uscita a Jerez nel 2016.

Günther ha diviso il tempo a disposizione con Raffaele Marciello. Campione F3 2013 e con un passato nella Ferrari Driving Academy, anche l’italiano era già ospite di Mercedes lo scorso anno sul tracciato spagnolo. Lucas Auer, miglior pilota della Stella nella stagione appena conclusa, è servito come pilota di riferimento.

Il rivale di Günther, Joel Eriksson, è stato a sua volta nuovamente invitato da BMW. Lo svedese, principale runner-up nell’europeo F3 2017, ha condiviso il cockpit della M4 DTM con Philipp Eng: quest’ultimo corre con il Team Schnitzer nel campionato GT Masters di ADAC.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Ultima tappa sul circuito tedesco prima che chiuda alle competizioni: i team di Audi, BMW e Mercedes hanno ultimato le […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/10/marciello-dtm-28102017.jpg DTM – Young driver test days al Lausitzring

DTM