Terminata l’ultima sessione di prova prima dell’omologazione delle vetture, in attesa di Vallelunga dove vedremo le vesti definitive.

Il DTM è tornato all’Autódromo Internacional do Algarve di Portimao per il primo ingresso in pista nel 2017, dopo aver visitato questo tracciato a novembre dello scorso anno.
Le tre giornate di test appena concluse segnano anche la fine dei muletti con componenti 2016. Il primo marzo, difatti, è la deadline per presentare il design definitivo delle vetture per la prossima stagione: oltre tale data non saranno ammesse modifiche. Questo significa che, in occasione dei prossimi test a Vallelunga, potremo ammirare le auto col loro vestito finale.

Da martedì a giovedì, le squadre dei tre costruttori ha avuto come obiettivo principale collezionare il maggior numero possibile di dati. Il clima della cittadina a sud del Portogallo ha fatto la sua parte, regalando temperature miti che hanno permesso di macinare molti chilometri.

Audi ha sfruttato questa occasione per mettere al volante le sue due new entry, René Rast e Loïc Duval. Il duo con esperienza nel WEC si è alternato nell’abitacolo della RS5 DTM durante la giornata di mercoledì. Martedì è stato il turno di Mattias Ekström, mentre Jamie Green è passato alla guida giovedì.

“È andato tutto bene”, ha commentato Duval, vincitore della 24 Ore di Le Mans 2013 e attualmente impegnato anche in Formula E. “È stata per me una giornata produttiva e abbiamo coperto ogni aspetto del programma: qualifiche, distanza di gara ed anche prove di partenza. Per la prima volta, ho potuto lavorare col mio nuovo ingegnere, Mathieu Le Nail. Come è noto, il dialogo fra il pilota e l’ingegnere è molto importante in DTM.”

“I test a Portimao hanno confermato che stiamo andando nella direzione giusta”, ha aggiunto il boss di Audi Motorsport, Dieter Gass. “Le auto hanno un suono più pieno e sono più veloci. Credo sia anche visibile in pista. Il passo maggiore, comunque, sono le gomme più morbide. A seconda di come sono usate, la differenza di tempo sul giro è considerevole. Ci saranno molte strategie differenti che renderanno le cose interessanti. Il pilota giocherà un ruolo più importante rispetto a prima.”

Mercedes, invece, ha nuovamente messo alla prova la sua new entry Edoardo Mortara. L’italiano è sceso in campo giovedì, preceduto rispettivamente da Gary Paffett e Paul Di Resta. “C’era molto lavoro da fare con il set-up”, ha dichiarato l’ex pilota Audi, “e lavorare con gli ingegneri e i compagni di squadra ha dato i suoi frutti. Ci aiutiamo a vicenda e siamo pienamente motivati. Ce la stiamo mettendo tutta, e spero che potremo essere competitivi quest’anno”.

Infine BMW, con una line-up praticamente invariata, si è concentrata sugli pneumatici – punto critico all’inizio della scorsa stagione. Augusto Farfus era al lavoro per le prime due giornate, cedendo poi il posto al campione in carica Marco Wittmann giovedì.

Ricordiamo che l’appuntamento per la prossima sessione di test è sul tracciato laziale di Vallelunga, poco distante da Roma, dal 14 al 17 marzo.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Terminata l’ultima sessione di prova prima dell’omologazione delle vetture, in attesa di Vallelunga dove vedremo le vesti definitive. Il DTM […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/02/audi-portimao-24022017.jpg DTM test days a Portimao, le conclusioni

DTM