BMW inavvicinabile dai rivali, con Marco Wittmann da record che si avvicina al titolo piloti e sbeffeggia il nuovo balance of perfomance. Mercedes ritrova la sua forma ma perde un’occasione d’oro con Robert Wickens, Audi continua a deludere.

UP – BMW, Mercedes, Marco Wittmann, Augusto Farfus, Timo Glock, Martin Tomczyk, Timo Scheider

Tre vittorie su sei eventi: Marco Wittmann ha vinto il 50% delle gare quest’anno, uno schiaffo al nuovo BoP che avrebbe voluto evitare situazioni simili. Con 39 punti di vantaggio su Mattias Ekstrom a quattro circuiti dalla fine, fermarlo nella sua corsa al titolo 2014 è un impresa tutt’altro che facile.
L’intero team BMW, d’altronde, è inavvicinabile. Buoni risultati da parte di Martin Tomczyk e Timo Glock, prestazione straordinaria per Augusto Farfus, che è rimasto incollato alla coda della Mercedes di Wickens fino al ritiro di quest’ultimo.
Mercedes che, fra l’altro, ha mostrato un passo notevolmente migliorato, appropriandosi anche della pole position. Putroppo si è dovuta accontentare di un’unica presenza nella top ten con Vietoris.
Il miglior piazzamento di Audi è stato Timo Scheider, quinto: ottima gara la sua, specie considerando l’enorme frustrazione del suo team.

DOWN – Audi, Mercedes, Jamie Green, Nico Muller, Robert Wickens, Vitaly Petrov

Sì, a Mercedes va assegnato anche il pollice verso, perché ha perso un’occasione d’oro. Il comportamento del poleman Robert Wickens, del quale francamente non è facile trovare spiegazioni, le è costato con ogni probabilità la vittoria. Sempre in Mercedes continua ad andar male per Vitaly Petrov, ancora fisso nell’ultima posizione.
Passiamo ora ad Audi: grande delusione nell’ultima gara, stato d’animo che a dire il vero andrebbe esteso per l’intero campionato. Semplicemente l’auto non era abbastanza per contrastare l’avanzata di BMW, che ha potuto agire pressoché indisturbata. A tutto ciò si aggiungono le immancabili penalità, imposte a Jamie Green e Nico Muller sotto forma di drive-trough: il primo, sorprendentemente al comando della gara per quattro tornate, ha tenuto le gomme morbide per un giro oltre il limite consentito, mentre il secondo non ha rallentato abbastanza in regime di yellow flag.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

BMW inavvicinabile dai rivali, con Marco Wittmann da record che si avvicina al titolo piloti e sbeffeggia il nuovo balance […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/bes-upanddown-010814-01.jpg DTM – Round 6, Spielberg

DTM