E’ il weekend di Mercedes, dal 2003 imbattuta su questo tracciato. BMW alza il passo ma è ancora migliorabile, Audi praticamente assente, complice anche il peso aggiuntivo.

UP – BMW, Mercedes, Bruno Spengler, Pascal Wehrlein, Robert Wickens, Gary Paffett, Christian Vietoris, Lucas Auer, Mattias Ekström

Dopo i primi due weekend di dominio Audi, sulla stretta pista di Norimberga va a Mercedes il ruolo da protagonista. Il sabato gli uomini di Stoccarda hanno messo a segno uno straordinario poker, capitanato dal giovane Pascal Wehrlein. La giovane riserva F1 è ora al terzo posto in classifica, ad appena tre lunghezze dal secondo.
La domenica replica Robert Wickens, mentre ottengono buone posizioni in entrambe le gare Christian Vietoris e Gary Paffett.
A completare i successi delle C63 c’è anche la nona posizione di Lucas Auer nella gara 1: pollice in su per il nuovo arrivo, che ha raggiunto per la prima volta la zona punti.
In BMW il passo è sicuramente migliorato, segno che la situazione pneumatici si è normalizzata, ma non è ancora del tutto soddisfacente. In ogni caso, il poleman della domenica Bruno Spengler ha riportato una M4 sul podio, per la prima volta nel 2015.
Fra le deludenti Audi spicca il sempre agguerrito Mattias Ekström, che ha sfiorato il podio nella gara 2 ed ha accorciato le distanze dalla cima della classifica piloti.

DOWN – Audi, Jamie Green, Nico Müller, Mike Rockenfeller, Edoardo Mortara, Paul Di Resta, Maximilian Götz, Tom Blomqvist

Abbiamo già detto come Audi sia passata al ruolo di inseguitrice al Norisring. Il peso maggiore delle sue RS5 richiesto in nome del balance of performance, coniugato alla stretta pista cittadina la hanno portata in posizione di inferiorità. Inoltre, le sue rivali hanno superato i problemi relativi alle gomme che le hanno colpite nei primi due appuntamenti.
Pollice è indubbiamente verso per Jamie Green, nonostante mantenga ancora il comando della classifica piloti. Il pilota inglese ci aveva abituato a ben altro nel 2015, invece sabato è tornato a prendersi a sportellate col suo amico/nemico Paul Di Resta. Mancanza di mordente, e un pizzico di cattiva sorte, hanno portato a risultati deludenti anche per Nico Müller, Edoardo Mortara e Mike Rockenfeller.
A differenza di Auer, infine, gli altri due rookie Maximilian Götz e Tom Blomqvist sono fermi ancora a zero punti, dopo aver sofferto altri due ritiri.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

E’ il weekend di Mercedes, dal 2003 imbattuta su questo tracciato. BMW alza il passo ma è ancora migliorabile, Audi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/04/bes-upanddown-010814-01.jpg DTM – Round 3, Norisring

DTM