Audi assoluta protagonista del weekend, occupa tutto il podio e diventa campione costruttori. Ekstrom lanciatissimo con Rockenfeller in scia, Green stava quasi per vincere. BMW e Wittmann rimangono in disparte, Mercedes ancora delusa ma Di Resta brilla.

UP – Audi, Mattias Ekstrom, Mike Rockenfeller, Jamie Green, Paul Di Resta

C’è voluta un’intera stagione per vedere una gara esemplare da parte di Audi. E ne è valsa la pena: il team di Ingolstadt mette a segno una stupenda tripletta, scavalca BMW e diventa il campione costruttori. Un risultato importante, che allevia la frustrazione di un intero anno.
Il protagonista è di nuovo Mattias Ekstrom, aiutato anche qui da una scelta gomme azzeccata. Alla sua seconda vittoria di fila, lo svedese dimostra che i veterani hanno ancora molto da dire. Mike Rockenfeller diventa la sua ombra fino a fine gara, conquistando la seconda piazza e il terzo posto nella classifica piloti.
Giornata da incorniciare anche per Jamie Green, il quale sembrava potesse raggiungere la sua prima vittoria da quando è in forze ad Audi. Tuttavia, una strategia diversa delle gomme e un pizzico di sfortuna con la safety car lo hanno costretto a cedere il passo a Ekstrom e Rockenfeller.
Paul Di Resta, invece, si è trovato nel proverbiale posto giusto al momento giusto. In ripresa nei giri finali assieme a Marco Wittmann, gli ha strappato il quarto posto mentre il campione 2014 duellava con Scheider.

DOWN – BMW, Mercedes, Marco Wittmann, Bruno Spengler, Maxime Martin, Christian Vietoris, Robert Wickens, Vitaly Petrov, Daniel Juncadella, Miguel Molina, Edoardo Mortara

La parte negativa delle pagelle è oggi decisamente affollata. Sia BMW che Mercedes meritano il pollice verso: la prima per non essere riuscita a difendere il titolo costruttori, per il quale partiva in vantaggio, mentre la seconda ha ancora tanto da lavorare nonostante le migliorie apportate.
Marco Wittmann appariva spento fin dalle prove libere, ci si aspettava molto di meglio visto il suo straordinario passo di questa stagione.
Robert Wickens ha perso il suo ottavo posto per una penalizzazione, mentre Bruno Spengler ha buttato fuori Daniel Juncadella con una manovra discutibile. Gran botta anche per Maxime Martin, che resiste per ventotto giri.
Christian Vietoris ha poi dovuto abbandonare le sue mire alla piazza d’onore nella classifica piloti, mentre Vitaly Petrov non riesce proprio a ingranare. Il pilota russo è uscito di pista durante il giro finale, portando con sé Adrien Tambay.
Migliorabile, infine, la giornata del poleman Miguel Molina. Ha dovuto cedere la vetta praticamente subito, dopo essere andato largo ad una curva nel corso della prima tornata.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Audi assoluta protagonista del weekend, occupa tutto il podio e diventa campione costruttori. Ekstrom lanciatissimo con Rockenfeller in scia, Green […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/bes-upanddown-010814-01.jpg DTM – Round 10, Hockenheim

DTM