Il trentatreenne dovrebbe tornare in pista questo weekend al Moscow Raceway, indossando un particolare tutore per la frattura al piede dopo l’incidente con Gary Paffett. Audi nomina Nyck de Vries come potenziale sostituto.

Il Moscow Raceway, che stavolta porterà la stagione DTM al suo giro di boa, è un luogo fortunato per Mike Rockenfeller. Qui il tedesco ha vinto nel 2013, anno in cui ha conseguito il titolo iridato. Due anni dopo l’alfiere Audi ha replicato il suo successo sul tracciato moscovita, ad oggi la sua ultima volta sul gradino più alto del podio.

Gli avvenimenti di tre domeniche fa al Norisring, tuttavia, hanno messo a repentaglio la presenza di Rockenfeller in terra russa. Il pilota Phoenix ha riportato una frattura al quinto metatarso del piede sinistro, dopo il brutto incidente con la Mercedes di Gary Paffett.

La guarigione procede in maniera ottimale per il campione 2013, grazie anche alla fisioterapia a cui si è sottoposto: dovrebbe prendere parte normalmente al prossimo weekend di gara, usando un particolare tutore che indosserà al di sopra della scarpa.

“La pista mi piace e voglio correre a tutti i costi, altrimenti il campionato sarebbe finito per me”, ha commentato Rockenfeller, attualmente ottavo in classifica a 35 punti dalla vetta. “Con questo bendaggio, dovrebbe andare tutto bene. Non solo voglio correre a Mosca, voglio anche vincere qui per la terza volta.”

“L’anno scorso la tappa a Mosca non fu un buon weekend per noi, vorremmo cambiare ciò”, ha aggiunto Dieter Gass, a capo di Audi Motorsport. “Questo rende la presenza di Rocky ancora più importante.”

“Il consumo delle gomme avrà un ruolo più importante rispetto al Lausitzring o al Norisring. Nel 2013, Mike ha vinto a Mosca con le coperture opzionali previste allora. Siamo in una buona posizione.”

Considerata la situazione, Audi ha nominato Nyck de Vries come potenziale sostituto di Rockenfeller: dopotutto, la frattura del tedesco prevede un tempo medio di recupero di 6-8 settimane.

Il ventiduenne, attualmente in Formula 2 dopo numerosi successi in karting, aveva preso parte con Audi ai test di Jerez, lo scorso dicembre.

Nella giornata di martedì, il giovane olandese ha effettuato un primo rollout a bordo della RS5 DTM griffata Schaeffler, ricostruita interamente da Audi Sport Team Phoenix a partire da una nuova monoscocca.

Il driver ex Formula Renault e GP3 sarà quindi al Moscow Raceway come riserva: per lui sarebbe il debutto in DTM, e nella categoria turismo in generale.

Il verdetto definitivo si avrà con la prima sessione di prove libere, prevista venerdì alle 15:00.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Il trentatreenne dovrebbe tornare in pista questo weekend al Moscow Raceway, indossando un particolare tutore per la frattura al piede […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/07/rockenfeller-17072017.jpg DTM – Rockenfeller probabile a Mosca, de Vries pronto a sostituirlo

DTM