Audi blocca l’intero podio al termine di una gara particolarmente caotica: per Rast è la terza vittoria consecutiva, consegnatagli dai colleghi Mike Rockenfeller e Nico Müller.

Contrariamente a quanto accaduto in qualifica, il primo round al Red Bull Ring non è stato segnato dalla pioggia. L’asfalto del tracciato austriaco si presentava già pressoché asciutto, al punto che quasi tutte le vetture sono partite con gomme slick.

Nonostante ciò, la gara odierna è stata una delle più caotiche dell’intera stagione. Durante la tornata iniziale vi è stato il primo incidente: dopo una sportellata con la BMW di Philipp Eng, Robin Frijns è finito in testacoda alla curva 2. Immediatamente dietro l’olandese vi era il collega Loïc Duval, che non ha potuto evitare la RS5 #4.

Il francese del team Phoenix è stato subito costretto al ritiro, colpito a sua volta anche da Gary Paffett. Il veterano HWA è finito in coda al gruppo, mentre la safety car ha fatto il suo ingresso, per consentire la rimozione dei detriti dalla pista.

Il poleman Juncadella, che aveva mantenuto la sua posizione al via, è rimasto al comando anche con la ripartenza, avvenuta al quinto passaggio. Poco tempo dopo, tuttavia, Mike Rockenfeller è riuscito a superare lo spagnolo per salire in prima posizione.

Il vantaggio del campione 2013 è durato poco: siamo al giro numero 15, quando il returnee della Stella ha ripreso il comando della gara, superando in scioltezza Rockenfeller e costruendo subito un discreto margine.

Due tornate dopo, Timo Glock, Marco Wittmann e René Rast hanno effettuato il pit stop d’ordinanza. Mentre l’ex F1 ha perso rapidamente posizioni per un bloccaggio a gomme fredde, è iniziata una lunga battaglia fra la punta del team RMG ed il campione in carica, mentre Nico Müller alle sue spalle aveva superato Paul Di Resta durante la sosta.

Il duello fra questo gruppetto si è infiammato al giro numero 32, quando la difesa di Wittmann ha aperto la porta a Müller e Di Resta, entrambi passati davanti a Rast.

La svolta della gara è avvenuta poco dopo, quando la M4 di Glock si è fermata all’uscita della curva 3 per un non meglio specificato guasto: questo ha innescato un nuovo ingresso della safety car, con la ripartenza – stavolta a doppia fila – a circa due minuti dal termine.

Juncadella ha mantenuto il vantaggio su Rockenfeller e Müller, mentre Rast è risalito sino alla quarta piazza. All’ultima tornata è arrivata la sentenza dei commissari di gara: il poleman Juncadella ha anticipato la ripartenza, per cui gli è stato impartito un drive through – da convertire in una penalità di 30 secondi, per mancanza di tempo.

Alle ultime due curve, Rockenfeller e Müller hanno agito per interesse della squadra: entrambi hanno lasciato passare René Rast, ignari del fatto che stavano consegnando al collega la vittoria, e non la piazza d’onore.

Con l’aggiunta della penalità, Juncadella è risultato infine quattordicesimo, mentre il podio si è rivestito interamente dei colori Audi.

Il quarto posto spetta al già citato Paul Di Resta, seguito dall’amico ed ex collega Jamie Green, protagonista di una notevole rimonta dalla quattordicesima posizione in griglia.

Lucas Auer è invece arrivato sesto al traguardo, superando Marco Wittmann. Il due volte campione è il miglior rappresentante BMW, davanti ai colleghi Philipp Eng ed Augusto Farfus, rispettivamente in ottava e nona posizione.

Con la penalità di Juncadella, Paffett eredita infine l’ultimo punto della giornata. Infine l’ospite speciale di Mercedes, Sébastien Ogier, ha terminato il suo debutto in DTM con un ottimo dodicesimo posto.

In classifica, Paul Di Resta è tornato al comando, con 216 punti all’attivo – 9 in più di Paffett. René Rast, alla sua terza vittoria consecutiva dopo il clamoroso hat-trick al Nürburgring, è sempre più vicino, a 42 lunghezze dal primo e 33 dal secondo.

Domattina alle 8:30 ci sarà la terza sessione di prove libere al Red Bull Ring.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 1


Stop&Go Communcation

Audi blocca l’intero podio al termine di una gara particolarmente caotica: per Rast è la terza vittoria consecutiva, consegnatagli dai […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/09/rast-spielberg-22092018.jpg DTM – Red Bull Ring, Gara 1: René Rast vince ancora, con un pizzico di lavoro di squadra

DTM