Il giovane austriaco soffia il primo posto al campione in carica. Fondamentali le ultime tornate, in cui l’asfalto si è rapidamente asciugato. Robert Wickens e Timo Glock in seconda fila.

All’inizio della sessione, il circuito GP del Nürburgring non si presentava nel migliore dei modi: la pioggia della mattina era terminata, anzi il sole iniziava a fare capolino. Tuttavia l’asfalto era ancora bagnato, lasciando i team con una difficile decisione in fatto di pneumatici.

La prima uscita ha visto tutto il gruppo montare gomme da pioggia, poi alcuni piloti hanno scelto di avventurarsi con le coperture slick. Tale scelta si è rivelata azzeccata: gli ultimi minuti hanno portato un repentino abbassamento dei tempi al giro, complice la formazione di una traiettoria asciutta sulla pista.

Con queste premesse, l’ultima auto a tagliare il traguardo prima dello scadere del tempo ha avuto il vantaggio di un ultimo passaggio in condizioni ottimali, e relativamente poco traffico: ne ha beneficiato Lucas Auer, che in piena zona Cesarini ha strappato il record di giornata al campione in carica Marco Wittmann.

Replicando il risultato del 2016, l’austriaco si è aggiudicato la sua terza pole di stagione, fermando il cronometro a 1m25.968s. Distante 0.099s e già rientrato nella pit lane, il campione in carica si è comunque assicurato la partenza dalla prima fila.

Dopo numerose gare al di sotto delle aspettative, Auer ha così un’occasione d’oro per riagganciare la vetta della classifica: al momento è sesto con 102 punti all’attivo, 26 in meno del leader Ekström.

La seconda fila presenta una situazione analoga alla prima: nell’ordine è occupata da Robert Wickens ed Augusto Farfus, altri due autori di un miglioramento tardivo. Lo stesso discorso vale per la terza, con il protagonista delle prove libere Paul Di Resta davanti al connazionale Tom Blomqvist per BMW.

In settima posizione si è qualificato il miglior rappresentante Audi, René Rast: come previsto il team di Ingolstadt si è trovato in difficoltà a causa del peso aggiuntivo, in maniera ancora più evidente quando l’asfalto era asciutto.

Il rookie tedesco ha davanti a sé il difficile compito di limitare i danni. Non può contare su aiuti dai suoi colleghi, tutti abbastanza lontani in griglia di partenza.

Proseguendo, la quarta fila è completata da Timo Glock, che aveva segnato un giro apparentemente inarrivabile a due minuti dalla fine. Tuttavia l’ex F1 è stato rapidamente scavalcato, incapace di stare al passo con la carica finale.

Maro Engel e Maxime Martin completano infine la top ten, mentre in undicesima piazza troviamo il già citato Mattias Ekström. Anche lo svedese ha potuto saggiare le prime posizioni nel corso della sessione, ma le ultime tornate non gli sono state favorevoli.

Ekström verrà affiancato dal collega Mike Rockenfeller, mentre Loïc Duval è ultimo. La posizione del francese mostra quanto sia stato netto il rimescolamento finale: a poco più di tre minuti dal termine, l’ex WEC firmava il record provvisorio, annullato velocemente da Rast prima e da Glock poi.

La gara 1 al Nürburgring avrà inizio alle 14:45.

Giuseppe Poliseno

I risultati delle Qualifiche 1


Stop&Go Communcation

Il giovane austriaco soffia il primo posto al campione in carica. Fondamentali le ultime tornate, in cui l’asfalto si è […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/09/auer-nurburgring-09092017.jpg DTM – Nürburgring, Qualifiche 1: Lucas Auer nega la pole a Wittmann

DTM